Bagnacavallo, giornate del Paesaggio a Villanova

Bagnacavallo, giornate del Paesaggio a Villanova

BAGNACAVALLO - Da sabato 19 a lunedì 21 giugno, in occasione della Giornata del Paesaggio 2010, l'Ecomuseo della Civiltà Palustre di Villanova di Bagnacavallo aderisce a un'iniziativa organizzata congiuntamente con l'Ecomuseo di Argenta, la Manifattura dei Marinati di Comacchio e il Museo del sale di Cervia.

 

Le Giornate del Paesaggio sono l'occasione per conoscere, unire e rendere più efficaci le azioni proposte dagli ecomusei e da tutte le organizzazioni che svolgono, a livello italiano ed europeo, azioni di cittadinanza attiva in sintonia con la Convenzione europea del paesaggio che impegna gli stati che vi hanno aderito, tra cui l'Italia, ad adottare politiche in grado di favorire la qualità del paesaggio e la diffusione della cultura a esso legata. La comunità di pratica ecomuseale "Mondi Locali - Local Worlds", di cui l'Ecomuseo di Villanova fa parte, propone di dare visibilità alle attività rivolte alla trasformazione responsabile dell'ambiente vitale che gli ecomusei stessi conducono sul territorio nazionale tramite un evento che ruota attorno alla data del solstizio d'estate. In questa occasione, i quattro importanti ecomusei emiliano-romagnoli, legati inscindibilmente dal "mondo delle acque interne e costiere", si sono coordinati per attivare una prima esperienza comune con l'intento di dare continuità a iniziative di rete, diffondendo non solo le peculiarità delle proprie terre ma anche obiettivi comuni, operando in assoluta sostenibilità.

 

A Villanova di Bagnacavallo, sabato 19 e domenica 20 giugno, con la partecipazione del Consiglio di zona, presso l'Etnoparco "Villanova delle Capanne" si terranno corsi per la costruzione di richiami da caccia in giunco lacustre, di cesteria in salice e di scope in fiori di canna. I corsi saranno condotti dagli unici esperti ancora detentori del bagaglio inalterato delle antiche tecniche di costruzione. È richiesta la prenotazione, l'organizzazione provvederà a offrire il pranzo a tutti gli iscritti. Durante la giornata vi sarà la possibilità di visitare le capanne dell'Etnoparco, la mostra di cesteria italiana e spagnola e la raccolta ecomuseale.

 

Lunedì 21 giugno, poi, sempre presso l'Etnoparco, dal tardo pomeriggio fino all'ora delle streghe avrà luogo una serata dedicata a "Bòrda & Burdèl. Le streghe e il solstizio d'estate". Il programma prevede laboratori di costruzione dei fusi di lavanda, giochi della tradizione, preparazione dell'acqua di San Giovanni, laboratori di pizzi e merletti, l'ospedale delle bambole, laboratori di intreccio, "I zug de rosch",  mercatino di prodotti tipici locali, biologici e di filiera corta, museo della scuola, mostra di intrecci e trame, mostra delle figure fantastiche della Bassa Romagna, "stuoia party" con brenda de scartoz a lume di candela, osservazione delle stelle con il telescopio, concorso fotografico "Motivi naturali", consegna degli attestati ai bambini che passano alla scuola primaria e danze del solstizio d'estate. L'evento rappresenta una tappa di un progetto di continuità didattica condotto con la scuola dell'Infanzia "Gianni Rodari" di Ravenna; ed è patrocinato da Parco del Delta del Po, Comune di Bagnacavallo, Comune di Ravenna, Provincia di Ferrara, Comune di Argenta, Consorzio di bonifica Renana e Mondi Locali.

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -