Bagnacavallo, Guido Bertolaso incontra la piccola Nazifa

Bagnacavallo, Guido Bertolaso incontra la piccola Nazifa

Bagnacavallo, Guido Bertolaso incontra la piccola Nazifa

BAGNACAVALLO - Appena rientrato da Haiti, il sottosegretario di Stato Guido Bertolaso, capo della Protezione Civile Nazionale, ha incontrato Roberto Faccani, responsabile P.C. della Bassa Romagna.  "Bertolaso ha voluto incontrare personalmente Nazifa, la bimba afgana che ospitiamo a Bagnacavallo da ormai 18 mesi - commenta Faccani -; conosceva la sua storia e ha voluto parlare con lei e farle personalmente un regalo prima del suo rientro in Afghanistan previsto per metà febbraio"

 

L'incontro è avvenuto lunedì 25 gennaio a L'Aquila presso la Scuola Allievi Marescialli della Guardia di Finanza che funge da sede della Protezione Civile dall'aprile dello scorso anno, quando l'Abruzzo fu colpito dal terremoto.

 

L'incontro è stato molto cordiale e sentito, fuori dagli schemi protocollari: Nazifa ha regalato a Bertolaso, che si è commosso, un suo disegno raffigurante diversi bimbi e la scritta "Al mio amico Guido per il bene che fa a tutti i bambini del mondo".

 

Nazifa ha solo otto anni e a Bagnacavallo da settembre frequenta la prima elementare; la sua voglia di imparare l'ha portata già a leggere e scrivere in una maniera molto bene se si considerano i pochi mesi di scuola che ha alle spalle.

 

«Il sottosegretario - riprende Faccani - ci ha dedicato molto tempo, nonostante i pressanti impegni legati al passaggio dei poteri tra la Protezione Civile Nazionale e la Regione Abruzzo e l'organizzazione dei soccorsi a Haiti. Ha voluto approfondire le conoscenze sull'organizzazione della Bassa Romagna e di tutte le attività svolte nelle emergenze nazionali e gli interventi esteri di cooperazione allo sviluppo nei Balcani e in Iraq, Libano, Africa e Afghanistan. Ha promesso che andrà a salutare Nazifa quanto partirà per tornare a casa e di visitare le nostre strutture romagnole nei prossimi mesi.»

Prima di concludere l'incontro Bertolaso ha donato al comandante Faccani il prestigioso crest di cristallo raffigurante il logo della Protezione Civile Nazionale.

 

Nazifa, giunta in Italia da Herat il 12 luglio 2008 per potersi curare da una grave forma di linfoma toracico-cervicale, è stata dapprima ricoverata presso il reparto di onco-ematologia pediatrica dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna per un mese e sottoposta poi a a lunga terapia, sempre presso lo stesso nosocomio. Oggi Nazifa può dirsi guarita. Nei suoi diciotto mesi di soggiorno è stata ospitata dal comandante Faccani e il prossimo mese tornerà dalla sua numerosa famiglia in Afghanistan.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -