Bagnacavallo, il Bursôn si confronta con quattro grandi rossi italiani

Bagnacavallo, il Bursôn si confronta con quattro grandi rossi italiani

BAGNACAVALLO - Ha per titolo "A che punto siamo?" la cena proposta dal Consorzio Il Bagnacavallo presso il ristorante La Scottona domani, martedì 23 novembre, alle 20. Per l'Amministrazione comunale sarà presente l'assessore Angela Rossetti.

Il riferimento del titolo è al rosso Bursôn, il vino di Bagnacavallo che sotto la direzione dell'enologo Sergio Ragazzini sarà confrontato con tre grandi rossi del nord, il veneto Amarone, la piemontese Barbera e il Cabernet Franc del Friuli e con il rosso più rappresentativo della Sardegna, il Cannonau. Si potrà così verificare, degustandolo in parallelo con grandi vini rossi di pari annata, il 2006, a che punto è il Bursôn.

 

Il rosso bagnacavallese nella cena di domani sarà rappresentato dall'etichetta nera 2006 della Tenuta Uccellina di Russi, vincitrice dell'edizione 2010 della "Sfida all'ultimo bicchiere" che la vedeva contrapposta ai migliori Bursôn del territorio.

Il Bursôn, nel frattempo, è diventato un vino sempre più internazionale, commercializzato in quasi tutto il mondo. Lo dimostra l'insolita vendemmia svoltasi proprio alla Tenuta Uccellina l'ottobre scorso, alla quale hanno partecipato dieci clienti giapponesi giunti appositamente da Tokyo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -