Bagnacavallo, importanti iniziative per il 150° dell'Unità d'Italia

Bagnacavallo, importanti iniziative per il 150° dell'Unità d'Italia

BAGNACAVALLO - In occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, sono in programma mercoledì 16 e giovedì 17 marzo due importanti iniziative a Bagnacavallo e a Traversara.

 

Per la "Notte Tricolore", il Consiglio comunale di Bagnacavallo si riunirà in seduta straordinaria e aperta al pubblico, alle 21 di mercoledì 16 marzo, al Museo Civico delle Cappuccine, in concomitanza con la presentazione alla cittadinanza del ritorno a Bagnacavallo del dipinto La preghiera delle donne italiche per l'annessione di Roma all'Italia di Pietro Saporetti (Bagnacavallo 1832 - Bassano 1893). Interverranno il sindaco Laura Rossi, il conservatore del Museo Civico delle Cappuccine Diego Galizzi e la studiosa dell'Ottocento ravennate Claudia Bassi.

 

Torna così temporaneamente a Bagnacavallo un prezioso documento storico-artistico del periodo risorgimentale italiano. Il dipinto, realizzato nel 1869 dal pittore bagnacavallese Pietro Saporetti (padre di Edgardo, cui la città ha dedicato un'importante mostra lo scorso anno), illustra con grande efficacia la partecipazione e le speranze degli aristocratici e del popolo affinché si realizzasse il sogno di vedere Roma capitale del Regno d'Italia.

 

La recente riscoperta del dipinto in una collezione romana e l'individuazione da parte del Museo Civico delle Cappuccine dell'ambientazione della scena proprio all'interno di una chiesa di Bagnacavallo (l'ex chiesa dei Battuti Bianchi, oggi Sacrario dei Caduti), ha indotto il Comune e il museo stesso a far pervenire e a esporre come "ospite d'onore al museo" questa notevole testimonianza pittorica del Risorgimento. L'opera, recentemente esposta alla mostra Risorgimento a colori a Roma, sarà visitabile al Museo Civico delle Cappuccine fino al 25 aprile.

 

Il Museo Civico delle Cappuccine è in via Vittorio Veneto 1/a a Bagnacavallo. Informazioni: 0545 280911/3.

 

Grazie alla collaborazione del Fai, inoltre, l'opera sarà eccezionalmente esposta all'interno del Sacrario dei Caduti di Bagnacavallo, in via Garibaldi, per essere ammirata nel luogo stesso dove è stata concepita dall'artista, durante le Giornate di Primavera del Fai, il 26 e il 27 marzo.

 

Giovedì 17 marzo, poi, si terrà in mattinata a Traversara la cerimonia di intitolazione del centro civico a Oreste Leonardi, maresciallo dei Carabinieri, capo scorta dell'onorevole Aldo Moro, ucciso nella strage di via Fani il 16 marzo 1978, medaglia d'oro al valor civile. Il maresciallo Leonardi visse alcuni anni della sua giovinezza a Traversara, dove suo padre era di stanza come carabiniere e dove frequentò le scuole elementari, che furono a lui intitolate dopo la sua morte nel tragico agguato che portò al rapimento dell'onorevole Moro. Il Consiglio di Zona di Traversara, portando a termine un progetto che era già stato del Consiglio di Frazione, ha deciso di intitolare il centro civico della frazione a Leonardi «per mantenere vivo il ricordo della denominazione delle scuole oramai demolite e perché non vada perduto il ricordo del tragico avvenimento che così profondamente ha inciso nella storia del nostro Paese».

Alle 11 nella chiesa di Santa Maria Assunta è in programma una messa in ricordo; seguirà alle 11.30 al centro civico la cerimonia di intitolazione con saluti del sindaco Laura Rossi e del consigliere regionale Mario Mazzotti. Seguiranno un piccolo rinfresco e una visita ai locali del centro civico dove sarà allestita una mostra fotografica dedicata al Circo della Pace a cura del Club CineFotoAmatori Bagnacavallese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -