Bagnacavallo: incontro pubblico sul progetto del "Fegato grasso"

Bagnacavallo: incontro pubblico sul progetto del "Fegato grasso"

BAGNACAVALLO - È in programma lunedì 22 marzo, alle 20.30, a  Bagnacavallo, presso la sala di Palazzo Vecchio in piazza della Libertà, un incontro pubblico per presentare i risultati della prima fase e illustrare gli sviluppi futuri del "Progetto Bagnacavallo - Steatosi e Steatoepatite non alcolica", promosso dall'Ausl e dal Comune per monitorare le problematiche sanitarie connesse al "fegato grasso" e attuare iniziative di medicina preventiva.

Alla serata parteciperanno il sindaco di Bagnacavallo Laura Rossi, Andrea Rossi, direttore sanitario dell'Ausl di Ravenna, Marisa Bianchin, direttore del distretto sanitario di Lugo, Pierluigi Giacomoni, coordinatore responsabile del progetto e medico di medicina interna dell'Ospedale di Lugo, Gianluigi Sella, responsabile del servizio aziendale di medicina dello sport e attività motorie, Daniela Santini, responsabile del servizio aziendale di dietetica e nutrizione clinica ed Elisabetta Rimini, responsabile del servizio infermieristico territoriale.

Il "Progetto Bagnacavallo" si è caratterizzato per il consistente apporto del volontariato locale, per l'impegno profuso dal personale sanitario e specializzato dell'Azienda Usl e dal personale comunale. In particolare hanno collaborato il Corpo Infermiere Volontarie del Comitato Locale di Lugo della Croce Rossa Italiana e l'associazione "All'Abbondanza", che hanno prestato circa tremila ore di lavoro volontario gratuito. Al termine della serata, sarà consegnato un attestato a tutti i volontari che hanno collaborato alla prima fase del progetto.

Poiché è noto che un miglioramento dello stile di vita può modificare radicalmente l'assetto metabolico, con conseguente miglioramento di tutte le patologie associate, le prossime fasi del progetto - che saranno anch'esse oggetto dell'incontro - verteranno sull'ottimizzazione del comportamento alimentare e dell'attività fisica, quali strumenti privilegiati rispetto ai trattamenti farmacologici. Ciò avverrà attraverso l'intervento delle strutture Ausl preposte, ovvero il servizio di dietetica e nutrizione clinica e il servizio di medicina sportiva aziendali.

In base ai risultati degli esami a cui sono stati sottoposti oltre quattromila cittadini bagnacavallesi, si è riscontrata un'incidenza della sindrome metabolica nel 13% della popolazione, ovvero in circa 510 soggetti. Le persone affette da sindrome metabolica, a gruppi di cinquanta, saranno invitate a partecipare a una serata in cui le dietiste del servizio aziendale parleranno delle abitudini alimentari raccomandate per chi soffre di questa patologia, mentre i medici del servizio di medicina dello sport affronteranno il tema dell'importanza di associare all'attività fisica un cambiamento dello stile di vita. Alla lettera di invito a tali serate sarà inoltre allegato un questionario sulla attività fisica e sulle abitudini alimentari, di facile compilazione, da consegnare il giorno dell'incontro.

«Si tratta di un progetto molto importante per la tutela della salute  - sottolinea il sindaco Laura Rossi - che ha avuto fino ad oggi un impatto molto positivo sia in termini di adesione dei cittadini sia come partecipazione del volontariato. È un progetto innovativo, teso a sperimentare una tipologia di servizio sanitario in grado di promuovere il miglioramento della salute attraverso la prevenzione e la partecipazione attiva dei cittadini. Tutto ciò - prosegue il sindaco - in perfetta sintonia con le linee di indirizzo del Piano Attuativo Locale basate sull'integrazione dei servizi sociali e sanitari, sulla prevenzione e sull'educazione. Un modello che si realizza all'interno dei Nuclei di Cure Primarie che devono essere costituiti al più presto per garantire salute e benessere alla nostra popolazione. Si concretizza, così, un nuovo modo di pensare e governare la salute - conclude il sindaco - poiché si parte innanzitutto dalla lettura della nostra comunità, dei suoi cambiamenti e suoi bisogni. Spero che i cittadini sappiano riconoscere e cogliere appieno questa opportunità aderendo numerosi anche alla seconda fase del progetto.»  Informazioni: Segreteria del sindaco, tel. 0545 280817-814.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -