BAGNACAVALLO - Le iniziative per ricordare la Liberazione

BAGNACAVALLO - Le iniziative per ricordare la Liberazione

BAGNACAVALLO - Sono numerose le iniziative che Comune e Comitato Permanente Antifascista organizzano in occasione del 63o anniversario della Liberazione.

Venerdì 25 aprile

Bagnacavallo

ore 10 - Sacrario dei Caduti: celebrazione della S. Messa. Al termine, formazione del corteo per la deposizione delle corone alla stele armena, nel cortile di Palazzo Vecchio, e al Monumento ai Caduti. In piazza della Libertà, saluto del Sindaco e interventi degli alunni delle classi quinte della scuola elementare di Bagnacavallo nell’ambito del progetto di continuità con le classi terze della scuola media “I puzzle della memoria” e con la partecipazione della classi terze della scuola elementare. È prevista inoltre l’esposizione dei lavori realizzati dagli alunni elaborando i temi della pace, dell’amicizia, della libertà e della giustizia quali cardini della Costituzione Italiana.

Anche quest’anno l’associazione Primola di Cotignola organizza la consueta passeggiata sull’argine del Senio “Nel Senio della Memoria” da Cotignola ad Alfonsine, con interventi teatrali e musicali lungo il percorso (partenza alle 9 da Cotignola, presso il campo di tiro con l’arco).

Villanova

ore 9.30 - celebrazione della Santa Messa.

ore 10 - in Piazza Tre Martiri, adulti e bambini delle scuole elementare e media ricordano insieme, con canti e poesie, la Liberazione. Al termine, formazione del corteo per la deposizione di corone ai monumenti e al cimitero dei Canadesi.

Partecipa l’assessore Nello Ferrieri.

Glorie

ore 10 - nel Parco 2 Giugno, benedizione e deposizione di una corona ai Caduti.

Partecipa l’assessore Paolo Graziani.

Boncellino

ore 9.30 - nel campo sportivo, celebrazione della Santa Messa e corteo per la deposizione di una corona ai Caduti.

Partecipa l’assessore Lucia Betti.

Traversara

ore 10.30 - celebrazione della Santa Messa e corteo per la deposizione di una corona ai Caduti.

Partecipa il consigliere comunale Gianni Guerra.

Masiera

ore 9 - celebrazione della Santa Messa e corteo per la deposizione di corone ai Caduti.

ore 12 - in via Sottofiume, presso il cippo che ricorda la strage di Borgo Pignatta, recital

poetico-musicale nell’ambito dell’iniziativa “Nel Senio della memoria: la pace cammina lungo il

fiume”

ore 13 - pranzo conviviale nel parco, vicino alla chiesa, nello stand allestito dal Consiglio di

Frazione.

Partecipa l’assessore Lisa Bianchi.

Villa Prati

ore 10 - corteo dalla ex scuola elementare per la deposizione di corone ai Caduti.

Partecipa il presidente del Consiglio comunale, Eros Rambelli.

Rossetta

ore 10.30 - corteo dalla piazza per la deposizione di corone ai Caduti.

ore 11 - Santa Messa.

Partecipa l’assessore Raffaella Ballardini.


Martedì 6 maggio

ore 20.30 - nella sala didattica del Museo Civico delle Cappuccine (via Vittorio Veneto 1/a), “Donne, diritti e Costituzione”, incontro pubblico con interventi del sindaco Laura Rossi, di Maria Paola Patuelli, presidente del Comitato in difesa della Costituzione di Ravenna, e di Claudia Bassi Angelini, studiosa di storia locale e di storia delle donne. Nel corso della serata è prevista la proiezione del filmato Le donne e la nascita della Costituzione Italiana, a cura di Teche Rai, che propone le testimonianze di alcune delle donne che hanno partecipato ai lavori dell’Assemblea Costituente.

L’iniziativa è organizzata dal Comune in collaborazione con il Comitato in difesa della Costituzione di Bagnacavallo e con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e provincia.


«Il 63° anniversario della Liberazione viene celebrato in tutto il nostro comune con molte manifestazioni – sottolinea il sindaco Laura Rossi -. Con questi appuntamenti vogliamo ricordare una data importante all’origine della nostra Repubblica, quella del 25 aprile, che ha rappresentato un nuovo inizio per il nostro Paese, con la riconquista di importanti diritti di libertà, democrazia, uguaglianza, solidarietà che sono stati poi sanciti nella Costituzione entrata in vigore il 1° gennaio 1948, della quale celebriamo quest’anno il 60° anniversario. Com’è tradizione consolidata nel nostro comune – continua il Sindaco – questi momenti celebrativi sono stati preceduti da un importante lavoro dedicato alla memoria, all’approfondimento dei temi inerenti la guerra, il razzismo, l’olocausto, la giustizia, la libertà e, quest’anno, anche ai principi fondamentali e ai valori indicati e sottesi nella carta costituzionale. Un percorso che ha coinvolto studenti e insegnanti di molte classi dell’Istituto comprensivo di Bagnacavallo che ringrazio per l’impegno con il quale hanno affrontato e approfondito queste tematiche. Si tratta di esperienze significative per la formazione delle nuove generazioni – conclude il Sindaco – da un lato per aiutarle a comprendere che valori come la pace, la libertà , la giustizia, la solidarietà, non vanno dati per scontati ma vanno nutriti e riaffermati nella vita quotidiana di ciascuno di noi e dall’altro per cominciare a conoscere la nostra Costituzione, una carta di principi e valori, diritti e doveri, regole ed equilibri che costituisce la base del nostro stare insieme.»




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -