Bagnacavallo: le sonate di Bach ai "Concerti di San Girolamo"

Bagnacavallo: le sonate di Bach ai "Concerti di San Girolamo"

BAGNACAVALLO - Domenica 3 maggio, alle 17, è in programma il terzo appuntamento con i "Concerti di San Girolamo", musica antica suonata con strumenti originali nella chiesa di San Girolamo, in via Garzoni a Bagnacavallo. L'iniziativa è organizzata da Accademia Bizantina, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo e in collaborazione con i volontari di San Girolamo.

 

Diego Mecca e Valeria Montanari proporranno "Le sonate per viola e cembalo" - una delle vette della musica da camera del Settecento - primo di due concerti dedicati a J.S. Bach e al repertorio per duo del grande compositore tedesco.

 

Dalla fine del XV secolo, gli strumenti ad arco venivano classificati secondo il modo in cui venivano tenuti dal musicista. Il termine viola da gamba indica una viola tenuta fra le gambe o sul grembo, contrariamente alla viola da braccio, una viola tenuta col braccio sulla spalla o contro il petto. Nel tempo, il termine gamba venne a indicare esclusivamente un membro della famiglia delle viole basso.

 

Le tre sonate per viola da gamba di J.S. Bach, composte intorno al 1720, pare fossero destinate al principe Leopold di Anhalt-Köthen (il principe cantava come basso, suonava il violino, la viola da gamba e il clavicembalo, e manteneva una propria orchestra) o a Christian Ferdinand Abel, un virtuoso violoncellista e gambista dell'orchestra di Principe Leopold.

 

Il concerto, proposto con gli strumenti viola da braccio e clavicembalo, si basa sullo spartito edizione Bärenreiter che ai nostri giorni, con questa "versione alternativa", ripropone allo stesso modo di allora la consuetudine di trascrivere composizioni originariamente pensate per altri strumenti.

 

Diego Mecca, nato a Ravenna nel 1975, ha iniziato lo studio della viola con il prof. Luciano Bertoni diplomandosi da privatista al Conservatorio "B. Maderna" di Cesena nel 1998. Particolarmente attivo nell'ambito della musica barocca, collabora regolarmente con l'Europa Galante e l'Accademia Bizantina, esibendosi nelle più importanti sale da concerto di tutta Europa.

 

Valeria Montanari ha conseguito il diploma di pianoforte presso l'Istituto pareggiato "Verdi" di Ravenna; ha conseguito poi il diploma in organo e composizione organistica e il diploma di clavicembalo presso il Conservatorio di musica "G. Frescobaldi" di Ferrara. Partecipa a concerti e tournée come solista o in duo e ha vinto numerosi premi nazionali.

 

"I Concerti di San Girolamo" sono anche un modo per valorizzare la quattrocentesca chiesa di San Girolamo e il prezioso lavoro dei suoi volontari, Pietro Melandri, Giovanni Melandri, Battista Mezzogori e Giuseppe Mazzari. Il ricavato dell'incasso, a offerta libera, sosterrà la raccolta di fondi per il restauro degli organi di Bagnacavallo.

 

Il quarto concerto, domenica 10 maggio, sarà dedicato al poco frequentato repertorio per due violini. Stefano Rossi e Jun Okada proporranno un affresco di duetti di musica francese.

L'ultimo appuntamento, il 17, sarà con il secondo concerto dedicato a Bach.

 

Info: tel. 0544 271071, e-mail: info@accademiabizantina.it, www.accademiabizantina.it.

(134-09)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -