BAGNACAVALLO - Ordinanza per il risparmio idrico

BAGNACAVALLO - Ordinanza per il risparmio idrico

BAGNACAVALLO - Considerata l’attuale situazione di particolare carenza idrica, che le piogge dei giorni scorsi non hanno sostanzialmente modificato, il Sindaco ha emanato un’ordinanza relativa al “risparmio e all’uso razionale della risorsa idrica nel territorio comunale”.


L’ordinanza vieta a tutti i cittadini, “fino a nuova disposizione in merito”, di utilizzare l’acqua potabile per fini non strettamente potabili; vieta inoltre il prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extradomestico, in particolare per l’innaffiamento e il lavaggio di piazzali e automezzi, il riempimento di invasi e comunque “ogni altro spreco e abuso in genere”. I prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per gli usi domestici, zootecnici e per attività specificamente autorizzate.

Sono esclusi dal divieto i servizi pubblici di igiene urbana nonché gli innaffiamenti dei campi da tennis in terra battuta.

In caso di violazione delle disposizioni contenute nell’ordinanza è prevista l’applicazione di una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro.


L’attuale scarsità di disponibilità idrica in Romagna ha portato all’istituzione di un Tavolo di coordinamento tra Regione, Ato di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini e i gestori del servizio idrico, Hera Spa e Romagna Acque-Società delle Fonti Spa. Già a partire dai primi giorni di ottobre le Ato e i soggetti gestori hanno attivato misure gestionali volte a ottimizzare le interconnessioni della rete acquedottistica e incrementare l’approvvigionamento sia da acque superficiali che sotterranee. Ad esse è stato affiancato il potenziamento del programma di monitoraggio che consente di garantire la buona qualità dell’acqua immessa in rete e l’assenza di impatti sul livello delle falde.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In occasione dell’ultimo incontro, il Tavolo ha esaminato la situazione in seguito al perdurare delle condizioni di scarsissima piovosità. E ha deciso di aumentare il livello di sicurezza dell’approvvigionamento idropotabile nell’intero territorio, «attivando ulteriori azioni per limitare i consumi civili ed industriali, in particolare tutte le misure di risparmio idrico già indicate dalla Regione Emilia-Romagna, dalle Ato e promosse anche da Hera, ad esempio con la recente campagna di distribuzione dei riduttori di flusso». Ha inoltre ritenuto necessario seguire attentamente lo sviluppo della situazione per garantire una corretta informazione e l’adozione delle misure necessarie e «predisporre ed adottare provvedimenti volti a fornire indirizzi e suggerimenti alla cittadinanza, inclusa l’emanazione delle ordinanze che sono normalmente emesse durante la stagione estiva, al fine di ridurre il consumo dell’acqua, migliorarne l’utilizzo, evitare inutili sprechi e razionalizzare tutti gli impieghi».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -