Bagnacavallo premia il cittadino 'lontano'

Bagnacavallo premia il cittadino 'lontano'

Domenica 10 ottobre la sala del Consiglio comunale ospiterà, alle 11.30, la cerimonia dedicata al "Bagnacavallese lontano", organizzata in occasione della propria festa sociale dalla Società di Mutuo Soccorso fra gli Operai, in collaborazione con la Pro Loco e l'Amministrazione comunale.

Il riconoscimento di quest'anno andrà a Sanzio Baldini, studioso e docente universitario in Agraria. Società di Mutuo Soccorso, Amministrazione e Pro Loco gli consegneranno una pergamena, una caveja d'argento, una ceramica di Bartoli e Cornacchia raffigurante alcuni dei luoghi più suggestivi della città e la medaglia di San Michele, opera in bronzo dello scultore Enzo Babini.

 

Nato a Bagnacavallo nel 1939, Baldini si laurea nel 1968 in Agraria presso l'Università degli Studi di Firenze discutendo una tesi sperimentale in "Tecnologia del legno". L'anno successivo viene assunto in seguito a un concorso pubblico come ricercatore presso l'Istituto del Legno del Cnr. Dal 1975 inizia la sua consulenza scientifica, tuttora in corso, con enti pubblici e privati. Dopo aver insegnato alla Facoltà di Scienze Agrarie dell'Università di Torino, dal 1990 è docente presso l'Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, dove è titolare della cattedra di "Utilizzazioni forestali" e "Gestione del verde urbano" della Facoltà di Agraria.

Baldini è inoltre presidente dell'Italian Biomass Association (Itabia) e socio dell'Accademia Italiana di Scienze Forestali, dell'Associazione Italiana del Genio Rurale, dell'Accademia Scientiarum et Artium Europaeae e dell'Accademia dei Georgofili.

È stato organizzatore e docente di oltre cento corsi professionali in Italia e all'estero anche per conto della Fao nel settore della manutenzione e del ripristino forestale ed è autore di più di 150 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali riguardanti in particolare la meccanizzazione, le utilizzazioni e la viabilità forestale e le biomasse come fonti energetiche rinnovabili.

Tra le aree di ricerca di Baldini ricordiamo l'identificazione e l'uso di macchine tecnologicamente avanzate ed ecocompatibili negli ambienti montani, la filiera energetica da boschi convenzionali e da biomasse, la gestione delle superfici arborate per la prevenzione degli incendi, la viabilità forestale, la sicurezza nei cantieri forestali e i metodi gestionali con specie a rapida crescita a fini energetici.

Baldini vive a Viterbo con la moglie.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -