Bagnacavallo, presentata la 4a edizione di "Villanova in corto"

Bagnacavallo, presentata la 4a edizione di "Villanova in corto"

È in programma da venerdì 1 a domenica 3 ottobre la quarta edizione di Villanova in Corto, il festival di cortometraggi di Villanova di Bagnacavallo promosso dal circolo Arci Casablanca e diretto da Giuseppe Argento e Gabriele Mari con la collaborazione di Giovanni Bagnari e il patrocinio del Comune.

 

Fra i quasi trecento corti pervenuti quest'anno, ne sono stati selezionati soltanto ventotto, per offrire un programma di proiezioni ad alti livelli di qualità. Le opere selezionate, accomunate dal fatto di essere produzioni alternative, indipendenti e a basso budget, provengono da tutta Italia e dall'Europa, a testimonianza della risonanza che sta acquisendo nel tempo il festival villanovese. I registi emiliano-romagnoli si sono distinti come mai era accaduto nelle precedenti edizioni, con ben cinque corti nella sezione dei finalisti, mentre nella sezione Alta Tensione  troviamo anche un corto proveniente dalla Francia.

I registi in concorso si confronteranno nelle tre sezioni ormai tradizionali: Alta Tensione (horror, thriller, giallo e azione), Corrente Alternativa (comico, trash e demenziale) e Ricezione Libera (genere libero, con un occhio di riguardo per le opere particolarmente originali, innovative e sperimentali); a queste si aggiungeranno menzioni speciali assegnate sempre dalla giuria di esperti guidata dal presidente onorario Ivano Marescotti.

 

Venerdì 1 e sabato 2 ottobre, a partire dalle 20.30, la Casa del Popolo di Villanova si trasformerà in una vera e propria sala cinematografica per la proiezione dei corti selezionati, tredici nella prima sera e i quindici rimanenti nella seconda. Le opere vanno dai 3 ai 29 minuti di durata (un cortometraggio normalmente non supera i 30 minuti, anche se in alcuni festival la durata ammessa arriva fino ai 40).

Domenica 3 ottobre, alle 16, si svolgerà la cerimonia di premiazione, alla presenza di Ivano Marescotti e dell'assessore alle Politiche Culturali, Nello Ferrieri.

 

Villanova in Corto si conferma poi un'occasione di conoscenza e di convivialità. Così l'organizzazione, supportata dal Comune, confermerà il suo spirito di accoglienza offrendo ai ventotto registi giunti in finale ospitalità gratuita presso l'ostello Antico Convento di San Francesco, a Bagnacavallo, nelle due notti del festival, in modo da dare a tutti, anche a chi viene da lontano, l'opportunità di partecipare alle proiezioni e alla premiazione del concorso.

Inoltre, accanto all'aperitivo di benvenuto, ai vari buffet e al rinfresco conclusivo, quest'anno sono previste cene collettive offerte dall'organizzazione al termine delle proiezioni, sempre per consolidare il momento di incontro tra i registi provenienti dalle più disparate regioni d'Italia e dall'Europa, che negli anni si sta dimostrando il vero punto di forza dell'evento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -