Bagnacavallo: progetto di sicurezza partecipata a Villanov

Bagnacavallo: progetto di sicurezza partecipata a Villanov

Si chiama "Cittadinanza attiva" il progetto di educazione civica e sicurezza partecipata presentato venerdì 22 gennaio dal sindaco Laura Rossi e dal comandante del Corpo di Polizia municipale, Roberto Faccani, al Consiglio di Frazione e alle associazioni di Villanova di Bagnacavallo.

 

«Sono diversi i motivi alla base dell'incontro organizzato questa sera con il Consiglio di Frazione di Villanova allargato alle associazioni del territorio - ha dichiarato il sindaco in apertura -. Innanzitutto il rispetto di un impegno che mi ero assunta un anno fa in un incontro con tutti voi a seguito del disagio e della preoccupazione dovuta ai furti e alle illegalità subite. Mi ero impegnata, in caso di rielezione, a mettere in campo un progetto di "comunità attiva", un percorso che affrontasse la sicurezza con un approccio culturale nuovo. In questi mesi sono state create le premesse per rendere concreto l'avvio di questo percorso, a partire dal documento programmatico che è alla base del lavoro della nuova Giunta. Programma che individua in partecipazione, coesione e sicurezza le premesse indispensabili affinché una comunità cresca e si sviluppi nella solidarietà e nel benessere».

Il progetto, che prevede il coinvolgimento diretto dei cittadini e di tutte quelle forme aggregative che già operano nel territorio - Consigli di Frazione, associazioni, centri sociali - si pone obiettivi che vanno oltre la sicurezza: restituire alle persone il senso di appartenenza alla comunità, valorizzare le regole basilari di convivenza civile, assicurare spazi della città, proporre iniziative ed eventi per far incontrare persone di diverse origini e differenti culture, favorire la reciproca conoscenza.

 

La costituzione del Corpo unico intercomunale di Polizia municipale dei Comuni di Bagnacavallo, Cotignola e Fusignano, con l'obiettivo di potenziare e specializzare la Pm per una maggiore presenza sul territorio, impegna l'Amministrazione ad attuare investimenti e adeguare il contingente numerico secondo gli standard regionali e con tale ampliamento la possibilità di istituire il turno serale/notturno. Grazie a tale potenziamento, si potrà proseguire l'esperienza del vigile di prossimità della frazione, al quale il progetto "Cittadinanza attiva" intende affiancare figure finora poco utilizzate, gli assistenti civici. Bagnacavallo, con delibera di Consiglio Comunale del settembre 2006, è stato fra i primi Comuni in Emilia-Romagna a istituire il registro del volontariato di polizia locale, in base a una legge regionale, la 24 del 2003, che poneva tra le proprie finalità la realizzazione di una presenza attiva sul territorio, al fine di promuovere l'educazione alla convivenza e al rispetto della legalità, le mediazioni dei conflitti e il dialogo tra le persone, l'integrazione e l'inclusione sociale. Attività che si configurano come un servizio pubblico volontario aggiuntivo e non sostitutivo di quello ordinariamente svolto dalla Polizia municipale.

«Si tratta - ha concluso il sindaco - di un'ulteriore opportunità tesa a promuovere un sistema integrato di sicurezza dove i cittadini, in forma volontaria, possono essere partecipi del progetto stesso. Tali figure opereranno in supporto ai vigili negli importanti compiti di prevenzione da svolgersi attraverso una presenza costante sul territorio e potranno essere persone provenienti dal nostro ricco mondo del volontariato e dell'associazionismo o singoli cittadini, tutti adeguatamente formati. Nulla a che vedere con le ronde, strumento che rifiutiamo perché rischiano di produrre pericolose sovrapposizioni rispetto ai compiti di ordine pubblico che spettano alle forze di polizia, oltre ad avere un significato demagogico e strumentale.»

 

Il percorso iniziato il 22 gennaio proseguirà con una serie di incontri che vedranno coinvolti i cittadini e le realtà associative presenti nella frazione per confrontare le funzioni degli assistenti civici con la realtà di Villanova, adeguandole alle sue esigenze, e allo stesso tempo per facilitare processi di responsabilizzazione collettiva.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -