Bagnacavallo: riaprono il 12 le collezioni permanenti del Museo Civico

Bagnacavallo: riaprono il 12 le collezioni permanenti del Museo Civico

Bagnacavallo: riaprono il 12 le collezioni permanenti del Museo Civico

Dopo alcuni mesi di chiusura per lavori di riallestimento, sabato 12 marzo riapriranno al pubblico le collezioni permanenti del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo. L'inaugurazione si svolgerà alle 17 nella Sala Didattica del museo: interverranno il sindaco Laura Rossi, l'assessore alle Politiche Culturali Nello Ferrieri, la responsabile del servizio Musei dell'Istituto per i Beni Culturali dell'Emilia-Romagna Laura Carlini, il conservatore delle collezioni museali Diego Galizzi e l'ispettore onorario della Soprintendenza Carlo Polgrossi.

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Le principali novità di questo importante intervento riguardano la sezione d'arte antica, che è stata oggetto di una radicale opera di riqualificazione. Ciò ha portato ad un percorso espositivo rinnovato, che è stato rivisto anche con l'inserimento di ulteriori opere, a un'illuminazione di alta qualità e a risparmio energetico e ad apparati didattici aggiornati e più efficaci. Particolare evidenza è stata data ad alcuni dei pezzi più qualificanti del museo, come la splendida pala rinascimentale con la Madonna col bambino in trono e Santi di Giovan Battista Ramenghi, detto il Bagnacavallo Senior, lo Sposalizio mistico di Santa Caterina di Girolamo da Cotignola, o la Pietà e Santi del pittore tardo-manierista Andrea Lilio.

 

La finalità di questo lungo lavoro di riallestimento non è soltanto quella di offrire ai visitatori un'esposizione più decorosa e più fruibile delle collezioni antiche del museo, ma è innanzitutto quella di trasformare la Pinacoteca in un luogo che vuole raccontare una storia, che è quella del territorio bagnacavallese, così ricco di tradizioni storiche, artistiche e religiose. Per questo grande attenzione è stata prestata alla cura della didattica di sala, redatta in italiano e in inglese, che in ogni momento fornisce ai visitatori una chiave di lettura ai pezzi esposti.

 

In occasione della conferenza di inaugurazione saranno anche presentate le nuove scoperte, maturate nel corso delle ricerche che hanno accompagnato il riallestimento, relative alle attribuzioni di alcune delle opere inserite nel percorso espositivo.

 

L'intervento è stato realizzato anche grazie al contributo dell'Istituito per i Beni Artistici Culturali e Naturali dell'Emilia-Romagna.  


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -