Bagnacavallo ricorda i caduti di tutte le guerre

Bagnacavallo ricorda i caduti di tutte le guerre

Bagnacavallo ricorda i caduti di tutte le guerre

BAGNACAVALLO - Grande partecipazione, questa mattina, alla "Giornata per la pace commemorando i Caduti di tutte le guerre", promossa dal Comune in occasione del 4 novembre, Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, perché nel ricordo di quanti sono morti nei conflitti siano posti in risalto i valori del dialogo e della tolleranza.

 

Dopo la messa e la commemorazione dei bagnacavallesi caduti e dispersi in tutte le guerre, un corteo ha raggiunto piazza della Libertà, dove si sono tenuti un saluto del sindaco Laura Rossi e la deposizione di una corona al monumento ai Caduti. Una corona è stata inviata anche dal Comitato di Gemellaggio di Stone, città inglese amica di Bagnacavallo, che ha così inteso onorare le vittime di guerra.

 

È stata inoltre collocata sotto i portici del Palazzo Comunale la corona metallica che fino a qualche tempo fa adornava il monumento ai Caduti.

 

Sul monumento ai Caduti è stata poi apposta una targa che ne indica l'autore, lo scultore bagnacavallese Pietro Melandri, colonnello decorato di Guerra. Nell'atrio del Palazzo Comunale è stata infine inaugurata una mostra con foto e testi sulla storia del monumento ai Caduti (datato 1926) e sul suo autore. All'apertura dell'esposizione, che sarà visitabile fino al 10 novembre, erano presenti i discendenti dell'artista.

 

Nelle frazioni sono state deposte corone alle lapidi e ai monumenti ai Caduti.

 

L'iniziativa è stata organizzata in collaborazione con le associazioni nazionali "Combattenti e reduci", "Famiglie caduti e dispersi in guerra", "Mutilati e invalidi di guerra", "Partigiani d'Italia" e "Alpini", l'Unione Nazionale Ufficiali in congedo d'Italia e la Croce Rosse Italiana.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -