Bagnacavallo tra antiquariato, modernariato, arte e natura

Bagnacavallo tra antiquariato, modernariato, arte e natura

BAGNACAVALLO - Si apre domenica 7 marzo il primo dei tre appuntamenti con "La soffitta in piazza", consueto evento che si prefigge l'intento di dare una seconda vita alle cose evitandone lo smaltimento, con grande soddisfazione di curiosi e ricercatori di anticaglie. L'evento, organizzato dal Comune di Bagnacavallo in collaborazione con l'Ass. Culturale Civiltà delle Erbe Palustri, si svolge nelle vie e piazze di Villanova di Bagnacavallo, dall'alba al tramonto. L'iniziativa, dedicata a collezionisti e appassionati di oggetti d'altri tempi, ospita numerosi espositori di antiquariato e modernariato, sgombracantine e robivecchi, cui si affiancano prodotti biologici, naturali ed enogastronomici, creazioni artistiche e laboratori di vecchie botteghe artigiane.

 

Oltre al grande mercato, è possibile visitare l'Ecomuseo della Civiltà palustre, con il laboratorio dimostrativo di lavorazione e intreccio delle erbe di valle e del salice da vimine, a cura del "Cantiere aperto". All'Etnoparco "Villanova delle capanne", oltre alle capanne classiche della Romagna e allo stagno, si troverà un'esposizione dedicata alla transumanza e all'intreccio del salice e la mostra "Il museo della scuola: la maestra unica e i suoi ricordi".

 

La "Sala Azzurra" del Palazzone ospiterà la mostra "Pennellomartelloscalpello" collettiva di artisti ravennati.

A pranzo l'"Ustareia di sdëz" proporrà un menu tipico romagnolo con ottimi primi piatti, secondi a base di carne e dolci della nonna, accompagnati da vini locali.

L'ingresso a manifestazione, Ecomuseo, mostre ed Etnoparco è gratuito.

 

 

INFO:

Ecomuseo della Civiltà Palustre

Tel.Fax 0545 47122

barangani@racine.ra.it

www.erbepalustri.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -