Bagnacavallo, un impianto fotovoltaico presso l'Area Naviglio

Bagnacavallo, un impianto fotovoltaico presso l'Area Naviglio

BAGNACAVALLO - Il Consiglio comunale ha approvato nella seduta di lunedì 26 aprile, con 10 voti favorevoli e 6 voti di astensione da parte dei consiglieri di opposizione presenti, lo "schema di convenzione regolante i rapporti tra il Comune di Bagnacavallo e la società Stepra per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra in adiacenza all'area produttiva ‘Naviglio'".

 

Nell'ottica della riduzione delle emissioni e dell'impatto ambientale delle aree artigianali e produttive sul territorio, Stepra e il Comune di Bagnacavallo realizzeranno presso l'area Naviglio, lungo la via Bagnoli, un impianto fotovoltaico da 999,90 kW.

La realizzazione dell'impianto sarà a cura di Stepra, che in convenzione si impegna poi a cedere al Comune di Bagnacavallo il dieci per cento dell'energia prodotta. Il Comune beneficerà di tale energia per una quota di potenza pari a 99 kW, che servirà a coprire le utenze della pubblica illuminazione dell'area, della sede comunale di Palazzo Vecchio e di alcune scuole. Ciò consentirà un risparmio per l'Amministrazione comunale.

 

La partenza dei lavori per la realizzazione dell'impianto è prevista entro giugno, la conclusione entro settembre.

« La nostra Amministrazione comunale - commenta l'assessore all'Innovazione Tecnologia e alle Politiche Ambientali, Matteo Giacomoni - è da sempre sensibile alle tematiche ambientali, al risparmio energetico e all'utilizzo di fonti rinnovabili. Ringrazio Stepra che realizza l'impianto e ci cede parte dell'energia prodotta.

 

Il nuovo impianto - conclude l'assessore - rappresenta un importante passo avanti nella realizzazione dell'Apea (Area produttiva ecologicamente attrezzata) e un esempio tangibile di un investimento che diventa ricchezza per la comunità.»

 

Sempre in tema di fotovoltaico, il Consiglio comunale ha approvato poi, con 9 voti favorevoli, 6 voti contrari da parte dei consiglieri di opposizione presenti e l'astensione di Paolo Graziani, la "disciplina degli impianti fotovoltaici nel territorio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna" e il relativo schema di convenzione.

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di pm
    pm

    I pannelli fotovoltaici metteteli sui tetti, non a terra. il suolo non è infinito, non va sprecato, ma va tenuto in produzione.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -