Bagnacavallo, venerdì il concorso ''La musica libera. Libera la musica''

Bagnacavallo, venerdì il concorso ''La musica libera. Libera la musica''

Bologna - Venerdì alle ore 20,30 si terrà a Bagnacavallo al teatro Goldoni la serata di premiazione del concorso regionale: "La musica libera. Libera la musica" - III edizione. Il Concorso è promosso dall'Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e dall'Agenzia informazione e ufficio stampa della Giunta regionale (con i portali Magazzini Sonori e RadioEmiliaRomagna) e realizzato in collaborazione con il Meeting delle etichette indipendenti (Mei), il Porretta Soul Festival, la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli e il Festival La Musica nelle Aie di Castel Raniero.

 

L'organizzazione della serata, a ingresso gratuito,  è realizzata dall'Agenzia informazione e ufficio stampa della Regione in collaborazione con Radio Sonora, radio web dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Testimonial della serata saranno i Modena City Ramblers, gruppo emiliano nato nel '91, che definisce il proprio genere musicale "combat folk" e le cui sonorità affondano nella musica celtica irlandese, con influenze rock e contaminazioni punk. Apriranno la serata l'assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti, il sindaco di Bagnacavallo Laura Rossi e il presidente della giuria e direttore dell'Agenzia informazione e ufficio stampa della Giunta regionale, Roberto Franchini.

 

Durante la premiazione, presentata dalla giornalista Francesca Leoni e da Gianni Gozzoli (coordinatore Radio Sonora) si esibiranno i vincitori Max Arduini di Cattolica (Rimini) con la canzone "La settima casa, che vince il primo premio per la sezione Musica Libera; Cristian Grassilli di Baricella (Bologna) con il brano "Sotto i portici di Bologna", che vince il secondo premio per la stessa sezione; i Bevano Est di Forlì-Cesena con la canzone "Du che" per il premio speciale "Aie Emilia-Romagna" (miglior composizione in dialetto emiliano-romagnolo). I Bononia Sound Machine  di Bologna con "No Matter" vincono il premio per la miglior composizione originale per la sezione Soul e Rhythm & Blues mentre, per la migliore esecuzione, il premio è stato assegnato ai Groove City di Bologna, con il brano "Spirit in the Dark". Concluderanno la serata due brani dei Modena City Ramblers.  

 

"Si tratta di un concorso per promuovere la musica di tutti i generi - ha sottolineato l'assessore Massimo Mezzetti - dedicato agli artisti, in particolare giovani, del nostro territorio, per consentire loro di potersi esibire e mostrare il proprio talento. Quest'anno tra l'altro, predomina una vena cantautorale e si rileva una maggiore presenza femminile dei partecipanti". L'assessore ha sottolineato l'importanza della partecipazione all'iniziativa di più istituzioni pubbliche, associazioni e privati, in una rete vera e propria a sostegno della musica giovanile. Il tutto in una regione dove la musica rappresenta una realtà importante, (con la presenza di oltre 200 imprese musicali) e che va valorizzata non solo dal punto di vista culturale. "Rafforzare le reti e il sistema - ha concluso - è l'intento della Regione e il fatto che tanti attori del settore condividano lo stesso obiettivo è un segnale di un percorso vincente che vogliamo continuare a valorizzare".   

 

"In questa terza edizione - ha riferito il presidente della giuria Roberto Franchini - si è allargato il gruppo dei promotori e il numero dei palchi in cui i musicisti andranno a suonare, con la partecipazione della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli e del Festival Musica nelle Aie di Castel Raniero. Gli iscritti sono stati 211 (rispetto ai 143 dello scorso anno) supportati da un voto on line raddoppiato rispetto lo scorso anno e che ha superato i 1400 voti". Franchini ha sottolineato che la serata sarà dedicata a Ernesto De Pascale : giornalista, produttore indipendente, critico musicale, storico del rock e blues, ma anche  musicista e conduttore radiofonico "che ha accompagnato come giurato il  concorso La musica Libera. Libera la musica negli ultimi due anni con grande impegno e disponibilità nei confronti dei giovani musicisti". 

 

Giordano Sangiorgi, organizzatore del Mei - Meeting degli Indipendenti ha  individuato la crescita della manifestazione e l'aumento partner dell'iniziativa, quale segnale di un rapporto pubblico-privato virtuoso. "Il vincitore del premio Mei, Max Arduini - ha riferito - non solo suonerà alla prossima edizione del Mei ma verrà presentato al salone del libro di Torino nell'Area di Dimensione musica, mentre la compilation La musica libera. Libera la musica - verrà promossa all'interno del programma "La Notte degli Indipendenti", uno speciale radiofonico in onda su Rai Isoradio. 

 

"Solo l'Emilia-Romagna poteva realizzare questo concorso - ha affermato Graziano Uliani direttore del Porretta Soul Festival , sottolineando che la nostra regione è fucina di talenti da tempi antichi. "Non è facile - ha riferito - mettere assieme delle band per il genere soul e r'n'b, che necessitano di numerosi strumentisti, ma le due band selezionate, i Bononia Sound Machine e i Groove City, sono ben attrezzate in questo senso e hanno già collaborato anche con artisti di fama internazionale, ottenendo ottimi risultati". 

 

"Radio Sonora - ha detto Gianni Gozzoli, coordinatore di Radio Sonora - è lieta di partecipare alla realizzazione della serata finale e di ospitare il concorso regionale nel prestigioso teatro storico di Bagnacavallo, poiché il concorso incrocia la nostra vocazione per la qualità e la musica legata in senso lato alle radici". Radio Sonora ha recentemente siglato una convenzione con RadioEmiliaRomagna, la radio web della Regione, che consente anche la collaborazione per manifestazioni di questo tipo. 

 

Infine ha parlato Massimo Ghiacci dei Modena City Ramblers: "Siamo onorati di essere i testimonial dell'iniziativa, poiché ci sentiamo parte integrante di questa realtà musicale viva, piena di idee che è l'Emilia-Romagna e dalla quale non possiamo prescindere, perché da qui siamo partiti per poi fare il salto e riuscire a suonare la nostra musica anche all'estero". "Speriamo di dare il nostro contributo a questa festa della musica - ha concluso Ghiacci - facendo ascoltare nuovi brani e composizioni del passato, coinvolgendo anche i presenti" . 

"Il successo della manifestazione - ha detto Andrea Tinti, musicologo, docente al Centro musica di Modena e giurato del premio - sta nel doppio cd con trenta brani, a testimonianza della difficoltà nella scelta dei premiati, di fronte ad una grande quantità di musica di qualità". 

 

I brani vincitori (solo le composizioni originali) e quelli menzionati dalla giuria sono stati pubblicati nel cd "La Musica Libera. Libera la Musica - n. 3" a cura del MEI, che sarà distribuito gratuitamente durante la serata e in occasione di eventi promozionali e fiere di settore, anche a cura del Meeting degli Indipendenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -