Bagnasco: ''Giovanni Paolo II ha rinsaldato l'Unità d'Italia''

Bagnasco: ''Giovanni Paolo II ha rinsaldato l'Unità d'Italia''

Bagnasco: ''Giovanni Paolo II ha rinsaldato l'Unità d'Italia''

ROMA - "Papa Wojtyla è stato colui che ha riproposto il termine di 'patria' nel senso etimologico, senza timori e senza complessi ed ha trasferito e ha trasfuso in modo molto bello e contagioso l'amore per la propria terra, per la propria cultura, per le proprie tradizioni, per la nazione; egli ha parlato dello spirito della nazione: tutto questo senza assolutamente cadere in quella che è una chiusura identitaria". Lo ha detto il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco.

 

Quello di Wojtyla, è stato un pontificato che ha dato "una scossa salutare sia al nostro Paese, sia all'Occidente". Per Bagnasco, Giovanni Paolo II  "ha portato in tutto il mondo, il magistero legato ai diritti umani e alla dignità di ogni uomo, che non è assolutamente un messaggio di tipo sociologico, ma è un messaggio teologico perché, sempre parlando dell'uomo, ha guardato a Cristo Gesù, che rivela il vero volto di Dio e il vero volto dell'uomo".

 

Secondo il presidente della Cei, Papa Wojtyla "ha portato in Italia e in Occidente l'eco della sua storia personale: la storia che riguarda la Polonia, ma che riguarda anche il mondo dell'Est, che ha lottato tanto per la propria libertà, per l'uguaglianza". Dalla beatificazione del pontefice polacco, la Chiesa si attende "uno slancio, un rinnovamento nello slancio missionario dell'evangelizzazione, per essere veramente sale e luce del nostro Paese".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -