Bagno di Romagna, attivato a San Piero il nuovo centro di produzione pasti

Bagno di Romagna, attivato a San Piero il nuovo centro di produzione pasti

Dall'1-1-2011 è stato attivato il nuovo centro di produzione pasti a San Piero in Bagno che va a sostituire la produzione precedentemente effettuata presso l'ospedale Angioloni.

La struttura, collocata in uno stabile della zona artigianale, si presenta ampia, moderna e funzionale.

 

Il nuovo servizio funziona, oltre che per i degenti e dipendenti dell'Angioloni e dell'ospedale Cappelli di Mercato Saraceno, anche per gli studenti dell'Istituto Comprensivo di Bagno di Romagna nei giorni di tempo prolungato, per la casa di riposo "Camilla Spighi" nei giorni festivi e per il Centro di Socializzazione di Via della Solidarietà.

 

Va ricordato come, in seguito alla subentrante inidoneità dei vecchi locali e l'elevato importo previsto per l'eventuale ristrutturazione degli stessi,  l'Azienda USL di Cesena aveva prospettato l'ipotesi di produrre i pasti per i degenti direttamente presso il Bufalini, effettuandone poi il trasporto alle sedi dell'ospedale di comunità Cappelli di Mercato e Angioloni di San Piero.

 

L'amministrazione comunale di Bagno di Romagna si era posta il problema delle difficoltà e dei problemi che si sarebbero potuti porre con questa nuova organizzazione del servizio (blocco dell'E45 per incidenti o maltempo, ad esempio) e anche quello della difesa dei posti di lavoro connessi all'attività.

Dunque si è presa l'onere di valutare eventuali soluzioni alternative efficaci, rendendosi disponibile a subentrare come stazione appaltante e sobbarcandosi l'onere dell'indizione di una gara certo complessa e impegnativa.

Con la disponibilità e la collaborazione dell'Azienda USL tutto ciò è stato possibile: la gara si è svolta e l'aggiudicatario è stato la ditta Gemos di Faenza, che già in precedenza gestiva il servizio.

 

"Viene così mantenuto un altro degli impegni assunti ad inizio mandato relativi all'ospedale Angioloni - afferma l'assessore alla sanità Claudio Valbonesi -. Sono salvi i posti di lavoro degli operatori della cucina e la produzione di pasti in loco. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita dell'obiettivo. In particolare ai funzionari del nostro Comune che hanno dedicato molto del loro tempo a creare le condizioni affinchè riuscissimo ad organizzare e svolgere la gara, all'Azienda USL che ha accolto e appoggiato la nostra richiesta mettendosi in consonanza con la stessa, alla ditta Gemos che ha creduto nel progetto, si è attrezzata e ha concorso per la gestione dello stesso."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -