Bagno di Romagna: degustazione guidata per il raviggiolo slow food

Bagno di Romagna: degustazione guidata per il raviggiolo slow food

Bagno di Romagna: degustazione guidata per il raviggiolo slow food

Oltre 70 persone hanno assistito, domenica 29 novembre, a Bagno di Romagna, presso Palazzo del Capitano, al laboratorio del gusto per conoscere il Raviggiolo, che è un Presidio Slow Food, tenuto dall'esperto Andrea Peradotto e organizzato da Slow Food Cesena in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Bagno di Romagna. Erano presenti anche l'assessore al Turismo, Liviana Zanetti e il sindaco di Bagno, Lorenzo Spignoli. Peradotto ha illustrato la storia e le caratteristiche del Raviggiolo e ha guidato la degustazione di tre tipi di Raviggiolo prodotti da aziende diverse: Bresciani, di Bagno di Romagna, Radice, di Verghereto e Trapoggio di Santa Sofia.

 

Slow Food Cesena, grazie all'intervento di soci sapienti e ristoratori dell'alta Valle del Savio, nel primo pomeriggio di domenica ha organizzato, in piazza a Bagno di Romagna, un altro spazio dedicato al Raviggiolo. Nonostante la pioggia, che è cominciata a un certo punto a cadere, si sono svolte, con buon successo, degustazioni di Raviggiolo accompagnato con i prodotti classici e "veri"del territorio: dai tortelli alla lastra, preparati dai ristoranti Al Gambero Rosso di San Piero e Ca' di Gianni, alla polenta di castagne preparata dal ristorante Invito, e al tartufo dell'Appennino locale. In abbinamento c'erano i vini della Cantina Braschi, di Mercato Saraceno. Le degustazioni di Raviggiolo, organizzate grazie all'apporto di Pasquale Ambrogetti, Sergio Manenti, Ione Zaccarelli e Paolo Sampaoli, si è tenuta nel contesto della Fiera degli Gnomi e dei prodotti tipici e della terra.    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -