Bagno di Romagna, inaugura la mostra “Strade e Pedali”

Bagno di Romagna, inaugura la mostra “Strade e Pedali”

BAGNO DI ROMAGNA - Ci saranno tanti protagonisti del ciclismo tosco-romagnolo, tra cui Vito Ortelli, capace di battere negli Anni Quaranta il grande Fausto Coppi su ben tre traguardi, a inaugurare nel pomeriggio di venerdì 4 giugno 2010 alle ore 16 presso il Palazzo del Capitano di Bagno di Romagna (via Fiorentina 38), la mostra "Strade e Pedali" con il cui il calendario espositivo "Bagno d'arte 2010" si pone a ideale contorno della prima Medio Fondo del Capitano che si svilupperà sulle strade dell'Alta Valle del Savio domenica 6 giugno 2010.

 

Il taglio del nastro, moderato dal giornalista sportivo Bruno Achilli, vedrà i ciclisti tosco-romagnoli di ieri e di oggi sedere al fianco di Lorenzo Spignoli, Sindaco di Bagno di Romagna, di Emanuele Sirotti, titolare dell'omonimo archivio da cui provengono gli scatti esposti, Giovanni Pretolani, il nipote del ciclista Domenico che ha fornito alcune immagini sulla realtà ciclistica sampierana degli anni Quaranta, e di Marcello Siboni e Massimo Bardi, rispettivamente padrino e presidente del Comitato organizzatore della Medio Fondo del Capitano. "Abbiamo cercato di raccogliere tutte le anime del ciclismo - spiega infatti l'Assessore alla Cultura Monia Giovannetti - perché "Strade e pedali" vuole essere un omaggio a tutti gli atleti delle due ruote, ai professionisti così come ai semplici appassionati. Un omaggio che, con il supporto di immagini, maglie d'autore e bici storiche, intende raccontare la storia, la cultura e il carico di umanità che circonda il mondo del ciclismo, i suoi protagonisti, le sue strade, e, soprattutto, il forte intreccio con il nostro territorio e gli atleti che nel tempo sono qui cresciuti. Così Palazzo del Capitano, da sempre cuore della vita culturale di Bagno di Romagna, si trasformerà per un mese nel cuore del movimento ciclistico tosco-romagnolo.".

 

Il percorso espositivo di "Strade e pedali" procede lungo tre binari. Il primo, "Siboni-Pantani: immagini di un sodalizio agonistico", è quello più legato alla Medio Fondo del Capitano. Siboni, padrino della manifestazione, è qui ritratto infatti in alcuni dei momenti più importanti della sua carriera professionistica in gran parte spesa al servizio di Marco Pantani, a cui ha favorito le più importanti vittorie sulle strade del giro. "I protagonisti del ciclismo tosco-romagnolo di ieri e di oggi" è invece la sezione che immortala alcuni dei maggiori ciclismi che nella storia hanno dato blasone alla scuola locale. Si va dal ciclismo storico, quello dei soprannomi come quello di "elettrotreno" dato a Ercole Baldini, al ciclismo televisivo di oggi, con un'immagine di Davide Cassani, oggi celebre opinionista di Rai Sport. In questa sezione compaiono inoltre alcune immagini espressione della realtà locale di San Piero in Bagno. Provengono dall'archivio personale di Giovanni Pretolani e raccontano del nonno, Domenico Pretolani, e delle gare che lui stimolò negli anni quaranta attraverso la società sportiva "Mario Nuti" sulle strade, ancora prive d'asfalto, dell'Alta Valle Savio. Ancora strade racconta la terza e ultima sezione della mostra "Il grande ciclismo sulle strade tosco-romagnole". Qui convergono istantanee dalle gare professionistiche e amatoriali di oggi e di ieri che hanno avuto come teatro il Passo del Muraglione, il Monte Trebbio, la Consuma, i Mandrioli, Sorrivoli, il Borbotto, il Monte Fumaiolo e altre salite del comprensorio appenninico locale. Sono presenti flash dal lontano Giro del '34 a quello recentissimo del 2008.

 

La mostra, promossa dall'Assessorato alla cultura del Comune di Bagno di Romagna, è stata realizzata con la collaborazione di Fotoreporter e Archivio Sirotti di Cesena e con il contributo, per il completamento dell'area espositiva, di Cicli Neri, Vicini, Archivio personale di Giovanni Pretolani.

 

L'ingresso è gratuito.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -