Bagno di Romagna, operazione pulizia per le strade: riempiti 15 automezzi

Bagno di Romagna, operazione pulizia per le strade: riempiti 15 automezzi

BAGNO DI ROMAGNA - Nove autocarri, due rimorchi di trattore e quattro furgoni riempiti coi rifiuti abbandonati lungo le strade e nei parchi cittadini di Bagno di Romagna: ecco il consistente bottino della giornata ecologica svoltasi domenica 15 maggio . Per la seconda volta, a distanza di un anno dal primo episodio, sono state le tre associazioni venatorie (Federcaccia, Libera-Caccia, Enalcaccia) a mobilitare decine di cacciatori, con la collaborazione degli assessorati alla caccia e ai lavori pubblici del Comune e il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Sarsina. Molte le lattine, le bottigliette di plastica e le cartucce raccolte, ma anche molti televisori, frigoriferi e mobili dismessi.

 

" Il nostro è un Comune generalmente considerato pulito - ha dichiarato Pier Luigi Battistini, assessore alla caccia del Comune di Bagno di Romagna - e tale vogliamo che rimanga. Dunque ci preoccupa l'incremento di rifiuti abbandonati che abbiamo raccolto. Abbiamo trovato televisori e frigoriferi in luoghi estremamente lontani dai centri, più lontani ad esempio della stazione di Pompogna, alla quale i rifiuti ingombranti possono essere consegnati gratuitamente. Credo dovremo assumere una serie di iniziative appropriate."

E le iniziative a cui l'assessore Battistini pensa , e che saranno sottoposte alla giunta comunale, sono, per sommi capi, un forte richiamo al dovere civico rivolto a tutti i cittadini, una iniziativa di informazione e sensibilizzazione nelle scuole, una nuova batteria di provvedimenti che aggravi notevolmente le sanzioni in materia, la ricerca di una ancor più stretta collaborazione col Corpo Forestale dello Stato.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di franco61
    franco61

    Finalmente un bellissimo gesto. Grazie ai cacciatori che sono piu' amanti del territorio di tante altre categorie e chi scrive non è un cacciatore, grazie alla banca e grazie al comune. Sono di Forli e una cosa che mi sta veramente a cuore e' l'ambiente. Noto con rammarico che c'è veramente una maleducazione e mancanza di senso civico immensa. Si trovano rifiuti nel parco delle foreste casentinesi, nelle spiagge, lungo i fossi ti tutta la nostra romagna. Viene abbandonato di tutto, copreso materiale edile e rifiuti altamente pericolosi quali eternit ed altro. Chi fuma poi considera l'ambiente come un immenso posacenere, mozziconi dappertutto. Properrei di vendere le sigarette solo a chi riporta i mozziconi. E' una provocazione lo so, ma non ci vorrebbe tanto a farlo. Basterebbe vendere assieme al pacchetto di sigarette un contenitore per i mozziconi. Premesso che non si deve gettare nulla e quindi la colpa è prima di tutto di che abbondona i rifiuti, ben vengano iniziative come quelle di Bagno di Romagna, ma i fossi debbono comunque essere puliti e invece si lasciano come indecenti discariche a cielo aperto. Chi deve ogni tanto pulire? Hera? La provincia? I comuni? Chi? So che siamo in un periodo di ristrettezze economiche, ma bisogna fare anche i conti con la maleducazione ti tanti appartenenti alla nostra comunita' sempre più eterogenea e porvi rimedio. Non basta il porta a porta, campagne di sensibilizzazione e via discorrendo, bisogna anche pulire. E se non lo si fa per motivi economici, propongo di fare un pò di cassa multando chi getta qualsiasi cosa ricorrendo ad esempio a vigili in borghese.Propongo di istallare qualche videocamera lungo le strade e vedrede che qualche targa viene ripresa...... L'Italia è un paese sporco ed è un altro motivo di cui ci si deve vergognare. Provate a girare un pò i paesi del nord europa, la Francia, la Svizzera, l'Austria e fate un raffronto con le nostre realtà......

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -