Bagno di Romagna: Parco Forese Casentinesi, "occasione di sviluppo"

Bagno di Romagna: Parco Forese Casentinesi, "occasione di sviluppo"

BAGNO DI ROMAGNA - Si riparte col nuovo Presidente, Luigi Sacchini, che ha riallacciato un dialogo costruttivo e proficuo con i comuni e con le popolazioni del Parco. Già dalle prime uscite pubbliche si capisce il tipo di rapporto collaborativo e dialettico che ha messo in campo. Ne condividiamo gli impegni e gli auspici, i quali se coerentemente perseguiti avranno consenso e appoggio da parte di tutti.

 

Si riparte  col nuovo consiglio direttivo dell'Ente, insediatosi nello scorso mese di maggio, composto da rappresentanti delle comunità locali, da esponenti del mondo scientifico ed ambientalista. L'organo ha iniziato a lavorare in un clima positivo di confronto e di collaborazione fra le sue diverse anime, ed ha eletto unanimemente nella sua prima seduta il Vice Presidente nella persona di Gabriele Locatelli.

 

Si pone oggi, per i nostri territori, la scelta di quale strategia seguire per realizzare l'obiettivo che era alla base della costituzione del Parco Nazionale. Una scelta che indichi una via, un modello di sviluppo sostenibile alla cui base vi è la tutela dell'ambiente intesa anche come occasione per il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni che in questo ambiente vivono.

Oggi, dopo la prima fase di costituzione dell'Ente, dove si era iniziata a delineare una politica di sviluppo socio economico del territorio, interrotta dal lungo periodo di commissariamento, la ricostituzione degli organi di gestione politica del Parco rappresenta la premessa per potere ripartire.

 

Il turismo, sicuramente, è uno dei temi da cui ripartire. Ma quale turismo?

Un turismo di qualità, che non si riduca solamente a quel "mordi e fuggi" che crea più problemi dei vantaggi.

Un turismo legato alla fruizione delle bellezze ambientali e storico culturali presenti nel nostro territorio ma non solo. Basti pensare alle enormi ricchezze che il nostro territorio, sia sul versante romagnolo che su quello toscano possiede. Voglio citarne alcune.

L'enogastronomia tipica del nostro Appennino, che significa tutela e valorizzazione delle produzioni locali, completando la filiera produzione - trasformazione - commercializzazione, ed istituendo un marchio del Parco con un disciplinare apposito.

 

Il wellness inteso come cura del corpo e della mente, legato non solo al termalismo classico ma ad uno stile di vita dove al benessere fisico si associa un benessere psichico e culturale.

Il patrimonio culturale, artistico e religioso dei siti monastici presenti nel Parco.

L'artigianato tradizionale, legato alla lavorazione della pietra, del ferro ma soprattutto del legno, dove la cura e l'utilizzo produttivo del bosco possono essere ancora alla base di quel delicato equilibrio tra uomo e natura che ci ha consegnato la foresta, da più parti definita, come la più bella d'Europa.

 

Serve quindi una strategia generale e di lungo respiro, che fissi obiettivi e che indichi la strada per raggiungere tali obiettivi, in una proficua collaborazione tra Parco Nazionale, Enti Locali, U.T.P., Istituzioni Culturali e Religiose, ed Imprenditoria Privata.

Dopo la nomina del presidente, l'insediamento del nuovo consiglio direttivo e l'elezione del vicepresidente, manca ora l'ultimo tassello politico per la piena funzionalità dell'ente: la nomina della giunta esecutiva. E' questo un banco di prova sul quale potrà essere misurata la nostra capacità di lavorare assieme in armonia e solidarietà.

 

La composizione della giunta dovrà tenere in giusta considerazione sia un corretto equilibrio di poteri, sia il principio di rotazione nelle rappresentanze, che sono alla base del buon governo di un ente che vuole essere parte viva del territorio svolgendo un ruolo trainante nel nostro sviluppo e non rinchiudersi in un "recinto incantato" estraneo alle nostre genti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luca Rossi
Consigliere Parco Nazionale Foreste Casentinesi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -