Bari sotto tiro, maxi blitz contro cosca pugliese

Bari sotto tiro, maxi blitz contro cosca pugliese

Bari sotto tiro, maxi blitz contro cosca pugliese

BARI -  Ci sono anche i nomi di alcuni "colletti bianchi" tra i destinatari delle misure eseguite dal Gruppo Investigativo sulla Criminalità Organizzata delle Fiamme Gialle di Bari, che ha smantellato una cosca mafiosa pugliese. Le accuse sono quelle di associazione a delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, usura, riciclaggio, turbativa d'asta, e traffico internazionale di sostanze stupefacenti. I militari hanno sequestrato beni per 220 milioni di euro.

 

Sono 83 gli arresti disposti dalla Dda di Bari, 53 in carcere e 30 ai domiciliari. Nell'indagine sono coinvolti anche amministratori di alcuni Comuni del barese e professionisti. I primi sono indiziati di aver rilasciato autorizzazioni amministrative per favorire l'attività imprenditoriale apparentemente lecita del clan Parisi, gli altri di aver offerto la propria consulenza per favorire gli affari illeciti del boss. A sostegno di questa ipotesi accusatoria vi sarebbero non solo intercettazioni telefoniche e ambientali, ma anche video ritenuti dagli inquirenti particolarmente significativi.

 

Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi figura il capoclan barese "Savinuccio Parisi", assieme a suoi luogotenenti e gregari, e il boss Antonio Di Cosola, egemone dell'omonimo clan contrapposto agli Strisciuglio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -