Basket dilettanti, sfida tra romagnole nei playoff

Basket dilettanti, sfida tra romagnole nei playoff

Basket dilettanti, sfida tra romagnole nei playoff

RAVENNA - L'Acmar batte nettamente la Tosoni Villafranca nella terza partita della serie dei quarti di finale playoff e conquista la semifinale playoff, la cui gara-1 è in programma nel weekend del 14-15 maggio 2011; l'avversaria dei giallorossi in semifinale sarà il Basket Santarcangelo, che ha avuto la meglio sulla Texa Roncade per 67-54 in gara-3. La prima partita della serie si giocherà al PalaAngels, sabato 14 o domenica 15 maggio; l'Acmar giocherà in casa gara-2 mercoledì 18.

 

L'eventuale terza partita si disputerà sabato 21 o domenica 22 maggio, a Santarcangelo. C'è il contributo di tutti nel successo, rotondo, che i giallorossi di coach Cesare Ciocca e del suo vice Giovanni Lunghini hanno ottenuto sabato sera, in un PalaCosta riempito da oltre settecento tifosi.


Con una determinazione ed una intensità ai limiti della ferocia, capitan Davolio e compagni hanno saputo mettere la partita sui binari giusti sin dall'inizio, ovviando in maniera perfetta all'assenza di Stefano Maioli, fermo per l'infortunio al ginocchio sinistro rimediato in gara-1 e costretto ad assistere alla partita accanto alla panchina, in borghese. Tanta difesa, tanta voglia di vincere ed un grande apporto corale: questi gli ingredienti di un successo e di una serata che il pubblico ravennate si augura di poter ricordare a lungo.

Nei primi due minuti, con un canestro di Davolio, uno di Malamov ed una schiacciata a rimorchio di Cicognani, su assist dello stesso Malamov, l'Acmar lancia un primo segnale di quelle che dovevano essere le sue intenzioni in una partita che raccoglieva in sé stessa tutta la drammaticità dei playoff. In uscita dal timeout di coach Bianchi, deciso a ricaricare le batterie ai suoi dopo la prima ondata romagnola, la Tosoni si affida a Polettini, ma restare a ruota sugli assalti di Quartieri e compagni non è semplice: al primo riposo, Ravenna conduce 16-11.

 

La difesa giallorossa sale di toni, contesta ogni singola azione agli avversari, e nel secondo quarto prende definitivamente in mano la situazione: i giallorossi attaccano laddove avevano pagato in gara-2, limitando bene gli esterni veronesi (21 punti in 4, rispetto ai 65 segnati mercoledì sera) per prendere un vantaggio che sarà poi destinato a resistere fino alla fine. La difesa ravennate tiene Villafranca a soli due canestri tra il 12' ed il 18' (Gasparello da 3 al 12', Polettini da sotto al 15', poi due liberi di Accini al 18'), l'attacco affonda il colpo con Carrichiello (8-0 con quattro canestri dalla media distanza), per il primo vantaggio in doppia cifra (26-14 al 14').

 

Dopo la risposta di Polettini, Sanlorenzo con due canestri consecutivi e Quartieri con una tripla, "doppiano" Villafranca sul 33-16, e lanciano definitivamente la fuga ravennate. In uscita dall'intervallo (37-18 il parziale del 20') Cicognani segna su Marchetti, poi Poluzzi (10 punti alla fine per lui) ed un grande Albertini (8 rimbalzi ed una grande difesa) permettono all'Acmar di restare in pieno controllo della partita.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Acmar non alza il piede dall'acceleratore nemmeno negli ultimi minuti, quando trova il massimo vantaggio sul 66-34 al 35', ottenuto in un momento in cui in campo ci sono due ragazzi ravennati classe 1992 come Cicognani e Morigi, piacevole conclusione di una grande serata. L'Acmar festeggia, si prende le meritate ovazioni del suo pubblico ed accede ad una meritata semifinale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -