Basket LegaDue, finalmente Marcopolo. Rotto il digiuno contro Lodi

Basket LegaDue, finalmente Marcopolo. Rotto il digiuno contro Lodi

Basket LegaDue, finalmente Marcopolo. Rotto il digiuno contro Lodi

LODI - Finalmente MarcoPolo. Dopo un'astinenza lunga dieci turni, nel match più pesante della stagione, tiene viva la fiammella della speranza salvezza battendo in trasferta Casalpusterlengo-Lodi per 78-86.Gran partita dei romagnoli che dopo tanti passaggi a vuoto hanno sfoderato difesa, grinta, cuore e una percentuale dall'arco degna di una compagine di LegaDue (9/18, 50%). Ottimo l'impatto del duo tutto nuovo Huff-Jones, autori entrambi di 17 punti e mastini sotto il proprio cesto.

 

Purtroppo, complice la vittoria di San Severo (su Pistoia) e Reggio Emilia (su Udine), la classifica continua a far storcere il naso con la Trenkwalder a 14 punti e i foggiani della Mazzeo a 12 mentre Forlì sale a 10. Il trend mentale pare però veramente cambiato e con otto gare ancora da disputare nulla è perso.

 

Primo quarto - Atteggiamento tutto nuovo per Forlì che scatta dai blocchi cattiva al punto giusto, mordace a rimbalzo con Poletti ed i volti nuovi Shawn Huff e Bobby Jones (4-8 dopo 3'). Dalle mani del colored ex Montegranaro parte la tripla dell'allungo a +7, 4-11, al 3'30". Sacco non tarda a scoprire la chiave per girare l'inerzia: palla a Marigney che attacca il ferro e scarica sui lunghi in caso di muro difensivo. Il gioco ottiene risultati: a far male sono Ezugwu e Boykin che sfruttano i chilogrammi e i centimetri in più per livellare le cose (10-13, 5'). Mentre Bobby Jones commette il 3° fallo, Lodi rimette entrambe le mani sul match con Bertolazzi e Marigney a firmare il parzialone di 13-4 che vale sorpasso, 17-16, al 7'. Meno uno che resta tale a fine quarto, sigillato sul 21-20.

 

Secondo quarto - L'impasse iniziale del quarto è rotta da Forlì che scalda i motori passato il 13' svelando inattese (e mai viste fino ad oggi) propensioni dalla distanza. Tre triple consecutive (una a capo per Ranuzzi, Poletti e Borsato) firmano il +4 romagnolo, 31-35 (16'). A reggere l'urto è la guardia rossoblu Simoncelli che facendo a fette la rete forlivese sigla 7 punti semi-consecutivi, gli ultimi tre su canestro+fallo dopo recupero su pallone sanguinolenta persa da un Goldwire non totalmente "mentalizzato" sulla partita (34-35, 17'). Il biondo Venuto trova il sorpasso 36-35 (16'30") ma il match non scivola via. A far dar da diga alle sfuriate di Marigney (17 punti al 20') sono il roccioso finlandese Huff e Jones. La MarcoPolo riprende a macinare e su antisportivo di Boykin (3° fallo), al 19', Goldwire segna il 38-43. Ma Marigney allo scadere trova la bomba del 41-43 di fine tempo.

 

Terzo quarto - La ripresa è scena per Forlì che dimostra d'esser di tutt'altra pasta rispetto al fantasma dei turni precedenti, che scende in campo e sbrana l'Assigeco. Ad aprir le danze è Gold dall'arco (44-48, 22'), seguono il ritmo Bobby Jones (7 punti consecutivi) e Huff che dalla lunga sigla il primo +10 ospite: 48-58 al 25'. Boykin prova ad opporre talento e fisico allo strapotere biancorosso, riuscendoci, schiacciando il -3, 55-58 al 16'. La partita vibra e pulsa con Jones e Poletti a metter in freddo ulteriori velleità lombarde con il nuovo +9, 55-64 a 2'30" da fine quarto. A questo punto è la volta di Nardi a salir sul palco: doppia bomba e Forlì s'impenna a +13 che chiude il quarto, 59-72.

 

Quarto quarto - Non buono l'avvio del quarto decisivo per Forlì che regge in difesa (con Ranuzzi anima del quintetto biancorosso) ma in attacco non pesca. Lodi può limare poco a poco con il solito Marigney a guidare l'arrembaggio (65-72 al 33'). La MarcoPolo imbastisce con approssimazione ma Goldwire rompe il ghiaccio con un cesto a fine 24" per il 65-74 dopo 4'30" di gioco. A 5' dalla sirena Forlì è a +7 che diventa +9 con 2/2 dalla lunetta di Huff: 67-76. Ancora Marigney dimostra carattere non molla la presa (bomba, 70-76, 34'30") ma Forlì ha fame e grinta a badilate e Nardi e Poletti in tap-in riportano la Romagna a +10, 70-80 a 3'45" dalla sirena finale. Huff ingrassa il bottino: 70-82 al 37'. Si arriva con 1'30" da giocare il tabellone segna 76-82 (su tripla dell'ex Bertolazzi). Lee Goldwire chiamato alla lunetta fa 2/2 ed è 76-84 a 1' dalla fine. Casalpusterlengo cincischia e Nardi in contropiede blinda il primo successo romagnolo dopo 10 stop per 78-86.

 

Parziali - 21-20, 41-43, 59-72, 78-86

 

ASSIGECO BPL LODI - Boykin 12, Venuto 2, Bertolazzi 10, Cerella 6, Ezugwu 6, Simoncelli 9, Chiumenti 5, Banti 2, Marigney 26. N.e.: Verri. All. Calvani Marco

 

MARCOPOLOSHOP.IT FULGORLIBERTAS FORLÌ - Goldwire 14, Poletti 17, Borsato 5, Jones 17, Ranuzzi 5, Nardi 11, Campani, Huff 17. N.e.: Zamagni e Maraldi. All.: Nenad Vucinic

 

NOTE - Totali Forlì: 2p 23/45 (51%), 3p 9/18 (50%), liberi 13/24 (54%), rimb. totali 38 (14 off, 24 dif); Lodi: 2p 25/44 (57%), 3p 4/13 (31%), liberi 16/20 (80%), rimb. totali 32 (12 off, 20 dif). 1500 spettatori circa, circa 200 da Forlì nonostante la rottura del pullman che ha appiedato buona parte dei circa 50 supporter del Basket Club Marini.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'inviato Francesco Mazza

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Ronnie
    Ronnie

    Grazie coach Vucinic !

  • Avatar anonimo di germano pestelli
    germano pestelli

    Una Forli che vince...Forza Ragazzi Forza Forli !!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -