Basket LegaDue, Forlì sfida Ferrara nel derby della vigilia

Basket LegaDue, Forlì sfida Ferrara nel derby della vigilia

Basket LegaDue, Forlì sfida Ferrara nel derby della vigilia

FORLI' - Il Cenone di mezzanotte della Vigilia di Natale MarcoPoloShop.it Forlì e Naturhouse Ferrara dovranno guadagnarselo sul parquet, mentre gli altri sono già in vacanza. Per loro no, l'anticipo della XIII giornata, dovuto all'indisponibilità del PalaCreditodiRomagna il 2 gennaio per concomitanza con il volley, cade proprio giovedì sera, Anti Vigilia di Natale. E non sarà una partita qualunque. Un po' per i sapori del derby, un po' per i due ex nelle fila forlivesi (Foiera e Lestini).

 

Un po' perché Hoover piaceva a Forlì e l'ha preso Ferrara con l'ok del presidente Roberto Mascellani ristabilitosi dopo la grande paura, un po' per le caratteristiche delle due squadre che amano giocare a viso aperto e ritmi sostenuti: soprattutto per i due punti in palio che significherebbero per la squadra romagnola mantenersi decisamente in rotta salvezza, per quella emiliana invece poter cominciare a pensare più in grande rispetto all'obiettivo salvezza. Forlì e Ferrara, due piazze di grande passione. La prima è ritornata a vedere la luce della ribalta nel basket pprofessionistico quest'anno grazie alla FulgorLIbertas, società storica a Forlì ma che mai era arrivata così in alto (la Forlì precedente in serie A era targata Libertas, quella dei marchi Jollycolombani e di giocatori come Mc Adoo, Bonamico, ora presidente di Legadue e tanti  altri), mentre Ferrara ha assimilato prontamente la retrocessione dalla lega A mantenendo un forte attaccamento alla sua squadra.

 

Sul parquet, duello che promettono emozioni e spettacolo: dalla Formica Atomica di casa, Alessandro Piazza, che di solito davanti la suo pubblico si gasa, alle prese con Jermayne Boyette, tra i più solidi play del campionato,  al tiro di Ryan Wittman a confronto con quello del neo ferrarese, e per giunta soffiato proprio ai romagnoli, Ryan Hoover all'atipicità della sfida sotto canestro dove Forlì schiera il suo centro bonsai Lorenzo Gordon fresco di un duello vincente contro Tornado Varnado e Ferrara ha lunghi perimetrali come Kotti e Mazzola, e poi anche giovani crescono come David Cournooh per  coach Martelossi.  Insomma, un'Antiviglia di Natale che vale la pena trascorrere al PalaCredito o davanti alla tv su Rai Sport 2 con Franco Lauro e coach Stefano Michelini (in passato coach su entrambe le sponde, a Forlì ai tempi della Libertas).

 

 

LE ULTIME DAI CAMPI - MarcoPoloShop.it Forlì in buone condizioni, formazione al completo. La Naturhouse Ferrara ormai ha imparato a convivere con le sue assenze anche se hanno nomi importanti: l'asse play-pivot, Daniel Farabello, capitano e leader storico, e Luca Lechthaler ormai fuori da fine ottobre e atteso al rientro dopo la sosta.

 

 

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI -   Coach Di Lorenzo presenta la sua Forlì e la partita. "Noi bravi solo in trasferta?Non credo sia la verità, abbiamo fatto buonissime partite in trasferte anche se non siamo mai riusciti a portare a casa i due punti. Con Ferraaarà una partita molto intensa fra due squadre che interpretano il gioco in modo simile. Intensa anche perchè la posta in palio comincia ad essere veramente importante in chiave classifica. Sono una buona squadra, con anche ottime individualità ma non credo ci sia un giocatore da temere in particolare. Se penso ad Hoover, Ndoja ho già fatto due nomi importanti... temo piuttosto la partita di giocatori come Borsato o Mazzola...quelli che non ti aspetti potrebbero essere quelli che fanno più male. Certamente Boyette è un elemento molto forte che toglierei volentieri a Martellossi...".

 

Ecco invece le parole di un Lorenzo Gordon in grande spolvero: "Io ho vinto il duello con Varnado?  Ma la partita l'ha vinta Pistoia e quindi la mia buona prestazione rimane una buona prestazione ma non sufficiente a portare a casa i due punti che tanto ci servono per la classifica. Non so se sono il più forte pivot della Legadue, ho sempre giocato in prima divisione (Germania, Turchia) ma questo campionato è molto competitivo.Vedendo le caratteristiche dei lunghi, leggeri ma dinamici, di Ferrara (mancando Lechtaler) dovrei trovarmi molto bene. Potrò giocare con più insistenza vicino al canestro e sfruttare la mia agilità. Dobbiamo vince e poi... Sono una persona ottimista e quindi punto in alto. Dico che certamente abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo e meritiamo di essere più in alto. Dobbiamo assolutamente vincere con Ferrara".

 

Infine, Alessandro Piazza: "Io la Formica Atomica? La definizione è simpatica, in realtà semplicemente mi sento e voglio essere il playmaker di Forlì! Inutile dire che questa partita è stra-importante! Innanzitutto perchè è un derby, poi (soprattutto per noi) l'importanza dei due punti in palio faranno di questi quaranta minuti il match fondamentale per il nostro prosieguo nel campionato. Con una vittoria il Natale sarebbe molto più tranquillo e le prossime partite a Casale e con San Severo certamente da noi sarebbero affrontate con un altro spirito. In effetti per giovedì sera abbiamo in testa un solo risultato: la vittoria, due punti che in casa non possiamo farci sfuggire, pur rispettando giocatori come Boyette, Ndoja, Hoover, Cournooh, che sta crescendo, e gli altri".

 

Sul fronte avversario, coach Martelossi inquadra il momento Natrurhouse: "Sarà una partita tra due squadre che vivono molto spesso in campo situazioni di "up and down". Credo che questa caratteristica comune possa rendere il match piacevole e spumeggiante. Noi dovremo cercare di di sfruttare al momento giusto la nostra fase di "up".Tra i giocatori di Forlì che più temo c'è sicuramente Gordon, che ritengo il lungo più atipico del campionato.Le vittorie casalinghe mi sembrano un trend generalizzato in questa fase della Legadue, il discorso non vale solo per Ferrara e Forlì. Sappiamo anche che prima o poi ci sarà una inversione di tendenza, e vogliamo essere pronti perchè ciò accada, magari già da domani. Con Hoover ci siamo dovuti costruire un nuovo assetto: sappiamo di pagare qualcosa in termini di fisicità tra gli esterni, ma con lui in campo possiamo guadagnare in velocità di esecuzione ed esperienza.

 

La Naturhouse vuole arrivare al giro di boa del campionato con in tasca 12 punti; abbiamo tre partite per raggiungere l'obiettivo. Naturalmente, vogliamo arrivarci il prima possibile, per poi porci un altro piccolo traguardo". Klaudio Ndoja sta diventando il guerriero e l'anima di Ferrara: "A Forlì gioca un mio grande amico, Mitchell Poletti, con cui ho condiviso anni nel settore giovanile di Casalpusterlengo. E' davvero un bravissimo ragazzo, mi farà piacere incontrarlo sul campo, uno contro l'altro. Hoover ci darà una grossa mano, perchè è un giocatore d'esperienza. Credo sia stato l'innesto giusto per la nostra squadra. La partita di Forlì vale due punti, esattamente come tutte le altre. I bilanci si fanno solo alla fine.".

 

David Cournooh in crescità è un valore aggiunto per Ferrara: "Margini di miglioramento ne ho ancora tanti da fare,  eccome. Ad esempio, devo migliorare nella gestione della palla e soprattutto devo prendermi delle responsabilità, e meritarmele.Forlì ha esterni forti e veloci. Più di tutti temo piazza, che ultimamente oltre alle qualità in regia e in difesa si sta anche dimostrando molto pericoloso offensivamente.Il mio obiettivo è ottenere il meglio con Ferrara: fare punti, raggiungere obiettivi, togliermi delle soddisfazioni insieme alla squadra. Poi a maggio, anche a seconda di come sono andate le cose, ne riparliamo".

 

 

I NUMERI - Al microscopio statistico, si evidenzia una Naturhouse  superiore nelle percentuali di tiro e una MarcoPoloShop.it  più forte nelle cose che esaltano il suo spirito garibaldino: rimbalzi, recuperate,ssist.I Singoli - Partendo dalla classifica marcatori,  si staglia  Gordon, il lungo più prolifico del campionato risultando al terzo posto assoluto di Legadue con 20.4 a gara, poi i migliori delle due squadre sono: Boyette è all'11mo posto con 17 a gara, Ndoja 17mo con 15.5 a gara, Wittman 23mo con 14.7 e Kotti 41mo con 11.2 a gara. In valutazione, Gordon è ottavo assoluto con 20.5 a gara, Ndoja 16mo con 17.5 a gara. Nel tiro da due,  c'è un ottimo terzo posto di Boyette con 65.5%, Gordon è 11mo con 57.7%, Kotti 19mo con 55.4%, Wittman 32mo con 50%.

 

Nel tiro da tre, il migliore dei due team è Ndoja 14mo in Legadue con 42.03%, poi 27mo Cournooh con 37.5%, mentre latitano quelli che dovrebbero essere i tiratori di Forlì: Wittman è 42mo (ma in crescita ultimamente) con 30.4% e Licartovsaky 50mo con solo 26.6%. Nel totale tiri, si piazza bene Kotti, quinto del campionato con 55.4, Gordon è ottavo con 54.9%. Nei tiri liberi, molto preciso Ndoja settimo assoluto in Legadue con 90% (45/50), 20mo Piazza con 81.2%. Nelle stoppate, il filiforme Kotti si fa valere, nono in Legadue con 0.67 a gara e anche Foiera si sente, 12mo con 0.64 a gara. Nei rimbalzi difensivi, c ‘è Gordon 14mo con 4.5 a gara, Ndoja e Kotti 18mi entrambi a quota 4 a gara. Nei rimbalzi offensivi, buon rapce è Gordon quinto in classifica generale con 5.3 a gara, 15mo Foiera con 2.2 a gara, per Ferrara solo Mazzola 22mo con 1.9 a gara.

 

Nel totale rimbalzi,  si piazza Gordon all'ottavo posto assoluto con 8.7 a gara, Kotti 21mo è il migliore della Naturhouse (senza il suo centro di ruolo, Lechthaler) con 5.6 a gara. Nelle palle perse,  non ci sono spreconi esagerati: 20mo Licartovsky con 2.9 a gara, 30mo Bpyette con 2.5 a gara. Nelle recuperate,  Piazza è 11mo con 2.3 a gara, Ndoja secondo con 2.2 a gara. Negli assist, senza Farabello che ne smazzava 4 a gara, troviamo Piazza all'ottavo posto con 3.2 a gara, 17mo Wittman con 2.6 a gara e, ancora per Forlì, 18mo Forray con 2.5 a gara; per Ferrara, Boyette è 27no con 1.9 a gara. Nei falli subiti, discreto 12mo posto assoluto di Boyette con 5 a gara, 16mo Ndoja con 4.5 a gara ed anche Foiera alla stessa cifra.

 

Di squadra - Cifre che fanno emergere differenze e peculiarità delle due squadre. Nella classifica dei punti segnati, sesta Forlì con 77.3 a gara, Ferrara decima con 76.6 a gara. Nei punti subiti, Naturhouse meglio, nona con 76.4 a gara, la MarcoPoloShop.it è invece una delle più perforate, 13ma con 79.9 a gara. Nel tiro da due, emerge la superiorità di Ferrara prima assoluta nel campionato con 56.7%, Forlì è 11ma con 50.08%.

 

Nel tiro da tre, Ferrara sufficiente  con 32.6% e undicesimo posto in lega, per Forlì invece è il tallone d'Achille, ultima con 27.3%. Nel totale tiri, Naturhouse a un passo dal podio, quarta in Legadue con 47.7%, Forlì 13ma con 44%.  Nei tiri liberi, è invece meglio la squadra romagnola con 12mo posto assoluto e 73.3%, la squadra estense è ultima con solo 66.6%. Nelle stoppate, più agile Ferrrara, quarta assoluta con 2 a gara, 11ma la FulgorLibertas con 1.4 a gara. Nei rimbalzi difensivi, nona la Naturhouse con 23.2 a gara, 14ma MarcoPoloShop.it con 21.4 . Nei rimbalzi offensivi, è Forlì la più reattiva e rapace di tutto il campionato, prima con ben 11.9 a gara, Ferrara ottava con 8.3 a gara.

 

Nel totale rimbalzi, la FulgorLibertas è quinta con 33.3 a gara, Basket Club ottava con 32.5 a gara . Nelle palle perse, Forlì fa più omaggi, settima in legadue con 16.1 a gara, Ferrara non tanto meno, nona con 16.3 a gara. Nelle palle recuperate, viene fuori l'aggressività di Forlì, seconda con 18 a gara, Ferrara comunque ha un buon quinto posto con 17.08 a gara. Negli assist, domina la fantasia della MarcoPoloShop.it che è la migliore del campionato con 13.8 a gara,  la Naturhouse invece non brilla, 14ma con 8.7 a gara. Nei falli subiti, Ferrara decima con 20.7 a gara, Forlì 13ma con 19,9 a gara. C'è da aspettarsi, tirando le somme, una gara a ritmi alti e punteggio pure e quindi godibile su Rai Sport 2. 

 

I PRECEDENTI - Essendo la prima volta tra i professionisti della FulgorLibertas non ci sono precedenti.

 

GLI EX - Due in maglia Forlì ora. Per Francesco Foiera il Basket Club Ferrara rappresenta la società con cui ha giocato di più tra i professionisti: dal 2002 al 2008,  chiudendo proprio con l'anno della storica promozione in serie A. In totale 178 presenze, 1595 punti, (9.3 di media in 23' a gara, high 23), 4.3 rimbalzi. Federico Lestini ha invece giocato a Ferrara una stagione soltanto nel ‘05/06 : 37 presenze, 221 punti (6.1 in 15.3' a gara, high 20) e il 42% da tre .

 

GLI ARBITRI - Guido Federico Di Francesco di Teramo, nato il 22 giugno 1976, 61 presenze in Legadue, promotore finanziario; Roberto Materdomini Grottaglie (Taranto), nato il 15 settembre 1973, 177 presenze tra Lega a e Legadue, poliziotto; Fabrizio Conti di Firenze, 121 presenze in Legadue, odontotecnico

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -