Basket LegaDue, i numeri del weekend. Su tutti spiccano Whiting e Young

Basket LegaDue, i numeri del weekend. Su tutti spiccano Whiting e Young

Basket LegaDue, i numeri del weekend. Su tutti spiccano Whiting e Young

Ottava giornata di Legadue da ricordare per tanti numeri e prestazioni di alto livello. Non sono mancate le cose buone messe in mostra dai nostri, vedi Alessandro Piazza della MarcoPoloShop.it Forlì (24 punti, suo high, in 40', 4/9, 2/4, 10/11, 5 assist), Andrea Renzi della Tezenis Verona (19 punti e 10 rimbalzi in 29', 6/11, 2/4, 1/ 1), Patrick Baldassarre della Sunrise Scafati (in 20' ben 13 punti e 10 rimbalzi, 3/ 4, 1/ 2, 4/6) e Stefano Borsato della Naturhouse (16' perfetti al tiro: 8 punti, 1/1, 2/2), ma due personaggi che vengono d'oltreoceano, che ormai conoscono il nostro basket come le loro tasche e nel nostro paese ci stanno come a casa loro e viceversa i gli appassionati considerano ormai pure loro dei nostri, meritano il primo piano. Stiamo parlando di Alvin Young e Trent Whiting che, con le loro giocate in Umana Venezia-Aget Imola, hanno impreziosito una gara già bellissima ed incertissima. Il primo ieri ha messo a segno 39 punti, la tripla che ha dato all'Umana Venezia la vittoria che l'ha confermata capolista insieme alla Snaidero Udine, e realizzato una percentuale incredibile da tre: 9/12, ovvero il 75%: per lui la nuova distanza è un gioco da ragazzi. Nella stessa partita, Trent Whiting, oltre a trascinare la sua Aget a mettere a serio rischio il primato della Reyer, ha superato i 5000 punti nei suoi nove anni in Legadue. Ma vediamo tutto voce per voce nel detaglio

 

I NUMERI STORICI DI...DUE NUMERI UNO -  Per entrambi numeri da capogiro: con 5016 punti realizzati Whiting è il top scorer storico di Legadue, dalla nascita cella seconda lega; secondo alle sue spalle, manco a dirlo Alvin Young con 4473 punti. Anche per presenze sono ormai due veterani di Legadue: Whiting con 253 è settimo assoluto e il primo assoluto tra gli stranieri, Young arrivando domenica prossima a 218, sale al nono posto di sempre e secondo tra gli stranieri. Un dato ancor più marcato per minuti giocati dove Whiting è il giocatore con più minuti di sempre in Legadue, 8797, e Young secondo con 7274. Il biondo giocatore dell'Aget Imola primeggia anche nella classifica storica dei liberi realizzati con 1165 (esattamente 1165 su 13999, 83.3%, 4.6/5.6 a gara), mentre il colored dell'Umana Venezia è sul podio al terzo posto con 936 (su su 1291, 77.9%). Una classifica dove invece si invertono le posizioni è quella dei tiri da due realizzati: nella storia di Legadue Young è primo con 1399, Whiting secondo con 1201. NELLA STAGIONE IN CORSO... - Whiting, l'anno scorso vincitore della classifica marcatori e di valutazione, è già al secondo posto tra i cannonieri con  22.6 a gara, Young è ottavo con 17.6 a gara, ancora Trent già al comando della graduatoria di valutazione con una media di 26.5 a gara, nel tiro da due l'USA dell'Aget è ottavo con 59.7%, quello della Reyer è quinto nel tiro da tre con il 50%; nei liberi ancora Trent decimo con 87.8 (65/74): del resto,Whiting, attualmente,  è anche primo per falli subiti 7.2 a gara.

 

COSI' IERI - Per Trent Whting, nella partita al Taliercio, in 37' 21 punti, 5/8 da due, 42/4 da tre, 5/5 ai liberi, 5 assist e 29 di valutazione. Per Alvin Young più punti che minuti, 39 in 35',  4/10 da due, 9/12 da tre (75%), 4/4 ai liberi, 4 rimbalzi, 2 recuperi e 33 di valutazione. A Young, che aveva deciso anche la gara precedente a Rimini con un suo canestro, ieri ha realizzato anche il suo carier high in Legadue di tiri da tre segnati da tre (9)in una gara ed anche di tiri tentati dai 6.75 (12)

  

LA CARRIERA E DI TUTTO UN PO' ...

Trent Whiting è nato  Nampa nell'Idaho  il 5 dicembre 1976, ha diviso la sua carriera collegiale tra  Snow Community, Utah e Brigham Young, dal suo arrivo in Italia nel '01 a Bergamo, l'unica eccezione alla Legadue l'ha fatta nella stagione ‘04/05 firmando con gli Skyliners Francoforte che però non lo fecero mai giocare avendolo solo per una questione di copertura assicurativa per gli altri giocatori Ormai un veterano del nostro campionato di Legadue (Jesi, Rimini, Fabriano e Sassari le sue ultime esperienze prima dell'arrivo l'anno scorso all'Aget Andrea Costa Imola). In totale fanno in Legadue  253 presenze, 5016 punti (high 41 il 15 aprile 2002 in maglia Indesit Fabriano nella vittoria contro l'Edimes Pavia) 19.9 di media in 35' di gioco a gara. Giocatore dal carattere combattivo e vincente, è capace di segnare nei modi più svariati, oltre a un ottimo gioco senza palla e in uscita dai blocchi. Fa del lavoro in palestra il suo credo. Mormone, sposato con Amber e padre di Jayce ed Amar, ha subito conquistato tutti per la sua educazione e personalità.

 

Alvin Young è nato New York il 12-11-1975, la curiosità è che ha  iniziato a giocare a basket solo all'Università (dove è stato allievo di Mitchell Un. e Niagara Un): ora  è ormai alla sua  ottava stagione italiana. Nel nostro paese è arrivato ad inizio duemila, a Cantù, marchio di fabbrica di garanzia ma un infortunio0l o costrinse a rinunciare. Poi tre anni a Reggio Emilia, una pausa all' estero (Bnei Hasharion e Strasburgo) e il ritorno in Italia nel '06 a Capo d'Orlando, altri due anni a Reggio Emilia che non lo ha mai dimenticato, l'anno scorso l'inizio a Pavia e poi l'arrivo a stagione in corso nel campionato passato a Venezia  dove è stato subito ribattezzato "Forever Young" dal pubblico reyerino per la verve con la quale, a dispetto dei suoi  34 anni, ha saputo trascinare gli orogranata alla salvezza. In totale, per Young, in Legadue,  217 presenze,, 4473 punti (high 43, realizzato due volte, nelle stagioni 01/02 e 02/03 in maglia Pallacanestro Reggiana), 20.6 punti in 33.5' a gara: insomma, quando uno ce l'jha lo gfa giocare, perché è una certezza. A questi numeri vanno aggiunti, quelli della sua stagione in Lega A con Capo d'Orlando, nel ‘06/07 : 33 presenze, 667 punti (high 33), 19.6 a gara  in 35.5' di gioco. Il suo giocatore preferito è Kobe Bryant e a Venezia ha conquistato tutti con il suo sorriso contagioso. Il suo cantante è Jay Z e il suo hobby è giocare a bowling. Soprannominato "boogie", ha iniziato a giocare a basket guardando suo fratello. Prima di ogni partita ha l'abitudine di pregare, e quando smetterà di giocare spera di poter lavorare con i giovani. Laureato in business management vive a New York, che è anche la città che preferisce al mondo. Il sorriso è il suo marchio di fabbrica, Malcom X il suo film preferito e Anita Baker la sua cantante preferita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -