Bastonato e bruciato, fermati tre ragazzi: due hanno confessato

Bastonato e bruciato, fermati tre ragazzi: due hanno confessato

Bastonato e bruciato, fermati tre ragazzi: due hanno confessato

Tre persone sono state fermate a Catanzaro per la vicenda del 24enne picchiato brutalmente e poi bruciato a Curinga, nel Catanzarese. Sono stati i carabinieri ad inviduare i sospetti, grazie alle testimonianze rese proprio dalla vittima dell'aggressione pochi istanti prima che avvensise il ricovero in ospedale.

 

Pare che Cristian Galati,  il giovane rimasto vittima del pestaggio, pare che conoscesse almeno uno dei tre personaggi individuati e che avesse con lui dissidi che perduravano da diverso tempo. Due dei tre hanno poi confessato le proprie responsabilità.

 

Secondo quanto si è appreso, l'aggressione sarebbe stata una ‘spedizione punitiva' nei confronti di Galati, che viene ritenuto l'autore dell'incendio dell'autovettura di uno dei tre, una Wolkswagen Golf, avvenuto qualche mese fa. Pare che i tre fermati siano tutti residenti a Filadelfia, il paesino di cui è originario lo stesso Cristian Galati.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ragazzo dopo l'aggressione è stato operato per tentare di ridurre l'ematoma prodotto dalle bastonate alla testa. Ancora non ha ripreso conoscenza e si trova in prognosi riservata. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -