Batterio killer, risoluzione PD a sostegno dell'agricoltura

Batterio killer, risoluzione PD a sostegno dell'agricoltura

Tiziano Alessandrini (primo firmatario), Damiano Zoffoli e Thomas Casadei (pd) hanno presentato una risoluzione nella quale si invita la Giunta regionale a proseguire nell'opera di sostegno all'agricoltura regionale, promuovendone le eccellenze e la multifunzionalità aziendale e coadiuvando l'opera di revisione della catena distributiva.

 

Nella risoluzione si sollecitano poi alla Giunta regionale misure per contrastare gli effetti negativi dovuti a due particolari circostanze che, assommando i propri effetti negativi, minacciano la sopravvivenza di molte aziende agricole regionali. Si tratta dell'emergenza per l'escherichia coli che ha depresso i consumi di frutta e verdura e della diffusione della vespa cinese che colpisce i castagni.

 

Nel documento si invita la Giunta regionale "a chiedere in sede nazionale ed europea maggiori e più celeri misure di contrasto al diffondersi dell'immotivato allarme provocato da casi mortali di escherichia coli, garantendo nel contempo la certa individuazione della fonte del contagio e risorse più significative per i produttori colpiti". Altra richiesta a sostegno dell'agricoltura regionale è infine quella di intervenire con maggiori risorse per estendere il più celermente possibile a tutto il territorio regionale la lotta biologica alla vespa cinese del castagno che "ad oggi ha dimostrato di essere l'unica arma disponibile per evitare la distruzione di centinaia di ettari di castagneto".

 

Alessandrini e colleghi segnalano che il danno provocato dall'allarme escherichia coli in Italia sarebbe stimabile in 150 milioni di euro. Nella provincia di Forlì-Cesena nel settore orticolo la conseguente diminuzione dei consumi incide per il 13% sul valore dell'agricoltura provinciale per un mancato introito per i produttori di 20 milioni di euro. A giudizio dei consiglieri "a fronte di tali cifre, risultano del tutto insufficienti i 210 milioni di euro complessivamente stanziati dalla Commissione europea per risarcire gli agricoltori".

 

Per quanto invece riguarda la diffusione della vespa cinese, i firmatari della risoluzione fanno presente che nella sola provincia di Forlì-Cesena sono ormai a rischio centinaia di ettari di castagneto con ricadute negative enormi non solo dal punto di vista produttivo, ma anche perché gli alberi colpiti possono morire nell'arco di alcuni decenni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -