Batteriosi del kiwi, incontro a Faenza per salvare la produzione

Batteriosi del kiwi, incontro a Faenza per salvare la produzione

In Emilia Romagna sono a rischio 4.000 ettari di frutteti di kiwi per una produzione di oltre 65 milioni di chilogrammi, con un valore al consumo di oltre 100 milioni di euro. Lo ricorda Coldiretti Emilia Romagna in riferimento all'allarme kiwi causato dalla grave batteriosi che sta colpendo questa coltura nella nostra regione come nel resto d'Italia e in Europa.

 

In questo momento, l'unico modo di contrastare la malattia  - ricorda Coldiretti - è quello di tenere attentamente monitorati gli impianti e di intervenire con prontezza ai primi sintomi, abbattendo e bruciando sul posto le piante infette. Una soluzione che ha ovviamente costi pesantissimi per le imprese agricole.

 

Mentre vengono messe in atto tutte le forme di prevenzione per evitare il diffondersi della batteriosi e si accelerano le attività di ricerca e sperimentazione. In attesa che sia trovata una "cura" efficace per combattere la batteriosi, oltre ad avere adeguate risorse per indennizzare gli agricoltori che hanno dovuto eradicare le piante di kiwi, Coldiretti ritiene necessario mettere in campo da subito tutte quelle azioni che possano sostenere le imprese agricole che intendono ripartire investendo in altre coltivazioni frutticole.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per fare il punto della situazione dell' avanzamento della malattia, nonché degli strumenti per fronteggiare la crisi, Coldiretti organizza Lunedì 23 maggio alle ore 21.00 a Faenza, presso la sala Zanelli in via Risorgimento 3, un incontro tecnico al quale interverranno Valtiero Mazzotti, direttore generale dipartimento Agricoltura Regione Emilia Romagna, Loredana Antoniacci e Paolo Solmi del servizio Fitosanitario Regione Emilia Romagna, Alessandro Ghetti, responsabile ufficio legale Coldiretti Emilia Romagna, Pierluigi Nolletti ed Ettore Pezzi di CreditAgri Emilia Romagna e Massimiliano Pederzoli, vicepresidente Coldiretti Emilia Romagna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -