Bellaria, 150esimo: il calendario delle celebrazioni

Bellaria, 150esimo: il calendario delle celebrazioni

BELLARIA - Il 2011 è l'anno delle Celebrazioni del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, e anche a Bellaria Igea Marina si apre oggi la settimana che accoglierà i momenti clou definiti dall'Amministrazione Comunale per "fare gli auguri" nel migliore dei modi al nostro Paese.

La Città di Bellaria Igea Marina intende omaggiare la ricorrenza al meglio, ed è per questo che l'Amministrazione Comunale ha definito per le celebrazioni una programmazione dal grande spessore culturale. Un calendario contraddistinto dalla volontà di spingersi oltre le due date indicate del 16 e 17 marzo, come annunciato dal Sindaco Enzo Ceccarelli nella recente conferenza stampa di presentazione: per questo, anche nei prossimi mesi non mancheranno occasioni di grande spessore culturale per celebrare in grande stile il 150esimo.

Allo stesso tempo, l'Amministrazione Comunale si è impegnata per proporre appuntamenti culturali di alto profilo a partire proprio dai giorni di festa ormai alle porte: mercoledì 16 e giovedì 17 marzo.

 

Si comincia al Pjazza Club nella serata di mercoledì, con un appuntamento speciale della rassegna "I Mercoledì del mare", che si inserisce all'interno delle celebrazioni proponendo la "Storia della Regia Marina" arricchita da proiezione di filmati storici.

Relatore sarà l'Ammiraglio Angelo Mainardi, vice Presidente Assonautica Rimini, che parlerà in particolare dell'opera preziosa e tatticamente ineccepibile effettuata dagli uomini dei MAS (Motoscafi Armati Siluranti Veloci) della Regia Marina, determinante nella conduzione delle operazioni navali in Adriatico tra il 1915 e il 1918,  che ha contribuito in modo massimale alla vittoria conseguita e che portò finalmente al completamento dell'Unità d'Italia, iniziato con il Risorgimento.

La serata sarà allietata dal commento musicale della Corale di Bellaria Igea Marina e rientra all'interno del ciclo di serate culturali organizzate da Circolo Nautico, Circolo Diportisti, Associazione Nautica Motovelica, Associazione Luce dell'Uso, Capitaneria di Porto di Rimini

 

Giovedì 17 marzo sarà il giorno di un evento che si preannuncia come imperdibile.

Presso il Teatro Astra, alle ore 21.00 andrà in scena "Panzini e i colori dell'Italia - Scrittori nell'Unità. Autori e Risorgimento nelle Case museo della Romagna".

La serata comincerà con un'introduzione a cura del Prof. Marco Antonio Bazzocchi,  Direttore del Museo La Casa Rossa di Alfredo Panzini, che ci accompagnerà verso l'intervento di Alberto Raffaelli, per parlare del "Perseguimento dell'unità linguistica negli interventi di Alfredo Panzini tra il 1929 e il 1939 ".

Nella fase finale della sua attività, coincidente anche con la nomina ad accademico d'Italia, Panzini ebbe modo di tornare più volte sui problemi linguistici. In questi anni la sua attenzione si concentrò prevalentemente sui neologismi e i forestierismi, nei confronti dei quali non adottò posizioni di sistematico rifiuto, pur nel rispetto della tradizione letteraria: il suo atteggiamento in merito può essere definito moderatamente puristico, così come degna di nota è la sua attenzione al nuovo mezzo radiofonico per la diffusione delle regole grammaticali, testimoniata dalla trasmissione La lingua d'Italia, della quale fu uno degli ideatori.

A seguire, una serie di letture teatrali a cura dell'attore Dany Greggio tratte da La vera istoria dei tre colori di Alfredo Panzini.

La vera istoria dei tre colori (1924) è il racconto romanzesco e ironico che Panzini conduce intorno alla storia dell'Ottocento italiano: si va pressappoco dal dominio romano all'inizio del ‘900.  Con un andamento rapido e spesso anticonformista, Panzini passa in rassegna gli episodi cruciali della storia d'Italia e ne ricava veri e propri "siparietti" dove vengono condensate le tappe della formazione della coscienza nazionale e dell'unificazione. Nell'ottica scanzonata dell'autore, tutti gli episodi principali dell'unificazione e i loro protagonisti (Cavour, Mazzini, Garibaldi, Pio IX, Radetzki) diventano oggetti da osservare con ironia e spesso sarcasmo, utilizzando i riferimenti al mondo antico che per Panzini rappresenta il vero patrimonio di saggezza universale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento godrà del prestigioso accompagnamento musicale dell'Orchestra Sinfonica Giovanile "W. A. Mozart", composta da giovani musicisti che hanno partecipato a numerose rassegne concertistiche e a vari concorsi nazionali, classificandosi sempre tra i primi posti. Con il patrocinio del Comune di San Paolo di Civitate, l'esibizione sarà diretta dai Prof. Vincenzo Berardi e Prof. Michele Trematore.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -