Bellaria: a Casa Panzini incontro con Giuseppe Ayala

Bellaria: a Casa Panzini incontro con Giuseppe Ayala

BELLARIA - Sono passati quindici anni dalla terribile estate che, con i due attentati contro Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, segnò forse il momento più drammatico della lotta contro la mafia in Sicilia. Per Giuseppe Ayala, che di Falcone e Borsellino fu grande amico, oltre che collega, i due magistrati siciliani rappresentano il ricordo commosso di dieci anni di vita professionale e privata, e un rabbioso e mai sopito rimpianto. Ayala rappresentò in aula la pubblica accusa nel primo maxi-processo, sostenendo le tesi di Falcone e del pool antimafia di fronte ai boss e ai loro avvocati, interrogando i primi pentiti (tra cui Tommaso Buscetta), ottenendo una strepitosa serie di condanne che fecero epoca. E fu vicino ai due magistrati in prima linea quando, dopo questi primi, grandi successi, la reazione degli ambienti politico-mediatici vicini a Cosa Nostra, la diffidenza del Csm e l'indifferenza di molti iniziarono a danneggiarli, isolarli.

 

Il mondo della Legge è rappresentato da un altro grande protagonista nell'incontro di sabato 26 luglio alle 21.30, quando il magistrato Giuseppe Ayala parlerà dei suoi anni accanto a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, uccisi nella terribile estate del 1992 che ha segnato uno dei punti più drammatici e potenti nella lotta dello Stato contro la mafia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quella stessa sera, Giuseppe Ayala consegnerà a una studentessa o a uno studente di Bellaria Igea Marina la Borsa di Studio intitolata a Nevio Morri e giunta alla seconda edizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -