Bellaria, al teatro Astra torna la grande prosa con "Alcesti"

Bellaria, al teatro Astra torna la grande prosa con "Alcesti"

BELLARIA - Sabato 13 marzo va in scena un classico al Teatro Astra, al suo penultimo appuntamento di prosa, un testo di Euripide, Alcesti, che riprende uno dei temi della fiaba popolare: il sacrificio per amore. Uno dei due amanti o sposi, accetta di morire per l'altro. In Alcesti è la donna a sacrificarsi. L'accettazione del sacrificio coincide col suo compimento: nel giorno delle nozze la moglie offre la sua vita e muore.

 

Dopo alcune incursioni più o meno legittime nel mondo della prosa e musicale, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni scelgono un ritorno alla "forma", alla sua semplice ambiguità poetica, come possibilità e potenzialità tra le più coerenti e dirette di relazione teatrale.  Un canto alla "durata", intesa, questa, come l'entità che dà contorno a quanto ha tendenza a dissolversi; uno spettacolo falsamente autobiografico, con il necessario scarto che il teatro e la drammatizzazione devono dare.

 

Alcesti si può intendere anche come la seconda tappa di un percorso partito dieci anni fa con Terramara: l'inizio di una storia d'amore, naïve e bucolica, fino all'aggiornamento, in corso d'opera, di due amanti incalliti.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -