Bellaria, al via ''Canzoni da guardare''. Show di Edoardo Vianello

Bellaria, al via ''Canzoni da guardare''. Show di Edoardo Vianello

Bellaria, al via ''Canzoni da guardare''. Show di Edoardo Vianello

BELLARIA - Si è svolto sabato scorso, uno degli appuntamenti più attesi della rassegna estiva Milleluci, con l'inaugurazione della mostra "Canzoni da guardare", allestita presso il Palazzo del Turismo di Bellaria Igea Marina.  La presentazione dell'esposizione dedicata agli antenati del videoclip, Cinebox e Scopitone, visitabile fino al 31 agosto, è avvenuta invece presso la struttura antistante alla Biblioteca Comunale.

 

In breve tempo, grazie anche alla partecipazione e alla curiosità di coloro che passeggiavano nell'Isola dei Platani, l'occasione si è trasformata in un vero e proprio happening. A fare gli onori di casa, il Sindaco Enzo Ceccarelli insieme al giornalista e autore tv Michele Bovi e a Dario Salvatori, Direttore artistico della rassegna Milleluci 2011, che hanno introdotto al cospetto di un pubblico numeroso "Canzoni da guardare". Quello allestito al Palazzo del Turismo, vuole essere un percorso che intreccia cinema e musica, dimostrando la paternità tutta italiana nell'invenzione e nella diffusione del videoclip, uno dei più potenti veicoli di promozione e diffusione della discografia nel mondo.


Presente sabato sul palco di Bellaria, mentre sullo sfondo un priettore proponeva straorinarie immagini di repertorio, anche il grande Edoardo Vianello, il quale ha per circa mezz'ora deliziato i presenti cantando, chitarra in mano, alcuni dei suoi indimenticabili successi: Abbronzatissima, La tremarella, Sul cucuzzolo, I watussi. Dopo la presentazione davanti alla Biblioteca Comunale, gli ospiti si sono trasferiti al Palazzo del Turismo, per una prima visita della mostra. "Canzoni da guardare", resterà aperta fino al 31 agosto ed è stata realizzata grazie ad un lavoro di ricerca ultradecennale di un'équipe italo-statunitense, diretta dal giornalista e autore televisivo Michele Bovi.

 

In esposizione presenta due apparecchi Cinebox; due apparecchi Scopitone - modello francese e modello americano e per la prima volta al mondo in esposizione; il Cinejukebox, il mitico apparecchio creato nel 1965 dall'industriale milanese Federico Innocenti i cui esemplari vennero tutti distrutti dall'azienda distributrice; 200 foto e manifesti promozionali d'epoca (che ritraggono in veste di testimonial accanto all'apparecchio Gaber, Morandi, Bobby Solo, Frankie Avalon, Vittorio De Sica, Aurelio Fierro, Nicola Arigliano, Claudio Villa, Tonina Torrielli, Nilla Pizzi); 200 foto di scena dei set, centinaia di fotogrammi a colori, selezionati tra le oltre 1000 clip recuperate e 400 filmati originali tra cui alcune rarità.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla mostra si accompagna inoltre il libro-catalogo in italiano-inglese "Canzoni da Guardare/Songs to See", che illustra le vicende italiane e internazionali di quegli antenati del videoclip e raccoglie tutti i documenti fotografici in esposizione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -