Bellaria: cinema di qualità all'Astra

Bellaria: cinema di qualità all'Astra

BELLARIA - Il Cinema Astra di Bellaria Igea Marina ritorna ad ospitare appuntamenti dedicati al cinema di qualità, con proposte di ampio interesse per gli amanti del grande schermo che potranno ritrovare qui pellicole penalizzate da una cattiva distribuzione. Grazie all'Assessorato alla Cultura e alla Programmazione Economico-Territoriale del Comune di Bellaria Igea Marina, sono ben otto i venerdì che animeranno la sala bellariese dell'Isola dei Platani da gennaio a marzo 2009.


Il primo ciclo, "Lo schermo firmato", curato dal critico cinematografico Paolo Pagliarani, parte il 30 gennaio con "The Hurt Locker", l'ultimo film di Kathryn Bigelow, a sei anni di distanza dal precedente "K19". Sminatori in Medio Oriente sul filo del rasoio (e delle bombe) con un cast che annovera Jeremy Renner, Guy Pierce e Ralph Fiennes.

 

Si prosegue il 6 febbraio con "L'isola", opera densa di suggestioni di Pavel Longuine ("Taxi Blues", "Luna Park") con al centro un soldato in ritiro in una comunità monastica, disgustato dalla guerra e destinato ad abbracciare l'ordine religioso.

 

Per il 13 febbraio la rassegna presenta "12", appassionante rilettura di Nikita Mikalkov (anche interprete) del classico "La parola ai giurati", celebre testo teatrale di Reginald Rose, già adattato in chiave cinematografica da Sidney Lumet, ma ripresentato in una chiave originale con evidenti riferimenti alla situazione russa.


"Redbelt" di David Mamet è il film in cartellone il 20 febbraio: filosofia ed arti marziali si fondono in un'opera curiosissima, lontana anni luce dalle centinaia di pellicole "tutto muscoli", in grado di affermare la propria personalità grazie alla capacità autoriale di David Mamet, sceneggiatore e regista, patito di arti marziali, assistito da un ricco cast composto da Chiwetel Ejiofor, Emily Mortimer, Tim Allen, Joe Mantegna e l'immancabile moglie Rebecca Pidgeon.

 

Finale, il 27 febbraio, affidato alle bizzarrie visive e narrative di Alessandro Baricco, per la prima volta dietro alla macchina da presa per "Lezione 21", articolato e divertente percorso sulla Nona Sinfonia di Beethoven e il suo celeberrimo "Inno alla gioia". Noah Taylor, John Hurt, Leonor Watling sono tra gli interpreti principali del film.


Per questo ciclo l'ingresso ad ogni proiezione è fissato a 5 euro, ma c'è la possibilità di abbonarsi all'intero ciclo a 15 euro.


"(in)Visibilitalia" è invece il titolo scelto da Close Up, Associazione di Cultura Cinematografica.

 

Il 6 marzo Sangue  - la morte non esiste, opera prima di Libero di Rienzo estrema e spiazzante. Il regista figura anche tra gli interpreti accanto a Elio Germano, Emanale Barilozzi e Luca Lionello.
Il rabdomante di Fabrizio Cattani viene proiettato il 13 marzo: ambientazione in terra lucana "assetata" ed arida per una lacerante storia sul controllo dell'acqua con protagonisti una giovane donna incinta, un malavitoso ed un rabdomante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


L'ultimo appuntamento è il 20 marzo: si tratta di Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti, autentico caso per il cinema italiano. Un piccolo film con dialoghi in lingua occitana (sottotitolati in italiano), ambientato nelle Alpi occitane italiane che ha raccolto un imprevisto successo di pubblico.
Per accedere alle proiezioni del secondo ciclo è sufficiente tesserarsi a Close Up (tessera a 5 euro). Tutte le proiezioni hanno inizio alle ore 21. Per informazioni: Ufficio Cultura tel. 0541/343746-7.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -