Bellaria Film Festival, gran finale con Vinicio Capossela

Bellaria Film Festival, gran finale con Vinicio Capossela

Bellaria Film Festival, gran finale con Vinicio Capossela

BELLARIA - Gran finale con il botto al Bellaria Film Festival di Bellaria Igea Marina. Nell'ultima giornata, domenica 6 giugno,  il Festival ospiterà un artista che è un protagonista di primo piano della scena musicale italiana: Vinicio Capossela. Nel pomeriggio alle 18, al Palazzo del Turismo, sarà proiettato il film di Gianfranco Firriolo, La faccia della terra, uscito nelle settimane scorse in Dvd+libro.  Il film presenta un Capossela on the road, dall'inverno milanese al deserto americano.

 

Un viaggio musicale, in cui si incontrano musicisti, strumenti e canzoni ma soprattutto si incontrano per brevi sguardi, come dal finestrino di un'auto, persone, volti, intere vite raccontate passando...

Al termine della proiezione Vinicio Capossela e il regista Gianfranco Firriolo risponderanno alle domande del pubblico.

 

In serata, al Teatro Astra, dopo la cerimonia di premiazione del Festival, Conversazione con canzoni spettacolo di Vinicio Capossela in compagnia  di Roberto Mantovani, fondatore dello storico Pjazza di Bellaria, il locale in cui Capossela ebbe la sua prima scrittura.

La partecipazione di Capossela chiude un Festival che, senza rinunciare al necessario rigore, si caratterizzerà per una felice contaminazione di stili e generi diversi e per la particolare attenzione all'incrocio tra musica e cinema (anteprima con i Marlene Kuntz che improvviseranno sulle immagini di un capolavoro del cinema muto).

La faccia della terra, è un  viaggio fisico e interiore lungo le storie che fanno da contraltare alla scrittura e alla lavorazione dell'ultimo album di studio di Vinicio

 

 

 

 

Capossela, "Da solo" . Il film, girato con tecnica mista da Gianfranco Firriolo, offre uno spaccato inedito sull'universo artistico di Vinicio Capossela, finendo per essere, oltre che narrazione cinematografica, un occhio indiscreto che immortala, quasi in prima persona, il processo creativo che si nasconde dietro ogni storia, dentro ogni canzone.

Trasformando quello che inizialmente doveva essere un semplice backstage girato da un amico, il regista amalgama il materiale grezzo alla fonte del disco servendosi di diversi linguaggi tra cui quello del reading, della video poesia e del clip musicale.

Al Dvd è abbinato l'omonimo libro che contiene, oltre alla sceneggiatura del film,  una dichiarazione d'intenti di Gianfranco Firriolo, tre racconti estratti dai diari di viaggio di Vinicio Capossela,  un testo di Jacopo Leone (art director di Da Solo) ed infine lo scritto "Storia di Tallone e del suo pianoforte che parla italiano" dello scrittore e compositore Giulio Confalonieri.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -