Bellaria, il tragico ricordo di Eros e Ivan su Facebook

Bellaria, il tragico ricordo di Eros e Ivan su Facebook

Eros De Paoli e Ivan Di Perna (foto tratta da Facebook)

BELLARIA - Fiumi di dolore anche su Facebook per la morte terribile di Eros De Paoli e Ivan di Perna, i due giovani di 21 e 26 anni, morti dopo che l'auto a bordo della quale viaggiavano domenica sera è volata nel laghetto della Valletta, a Bellaria, dopo un salto di 30 metri. Sulla bacheca di Eros il ricordo di un'amica che dice addio: "Eros e Ivan rimarrete sempre qui ......ciao ragazzi!!!". E' nato un gruppo: "Per ricordare Eros De Paoli e Ivan Di Perna,R.I.P.".

 

Un grande cuore e sotto questa frase, sulla bacheca di Eros: "Questa sconvolgente notizia non mi lascia bene .... si fa fatica a realizzare quanto sia accaduto!!!! io voglio solo ricordarvi con i volti sorridenti, ciò che per voi era la vita!!!!!! : il sorriso, la disponibilità, la lealtà, le serate in compagnia e soprattutto la vostra espansività!!!! Eros e Ivan rimarrete sempre qui ......ciao ragazzi!!!". Anche la bacheca della sorella di Eros, Erika è costellata di messaggi di condoglianze per la famiglia.

 

Poi il gruppo nato per ricordare le due vittime, che ha già oltre 900 adesioni: "Per ricordare Eros De Paoli e Ivan Di Perna,R.I.P.". I messaggi sono tantissimi: "Dire addio è davvero difficile, soprattutto quando ami , spesso la vita va al contrario del tuo cuore e non rimane altro che prenderne atto e provare ad andare avanti....ciao Eros ..ciao Ivan..". E ancora: "Avete lasciato nei cuori dei vostri amici tanta tanta tristezza e tanta amarezza...non dovrebbero volare via anime cosi giovani...rimarrete sempre nei nostri cuori", "non ci sono parole per dirvi che vuoto lasciate... grazie per le serate che sapevate sempre rendere piacevoli...grazie per i sorrisi .. grazie per la compagnia...grazie di tutto. ciao ragazzi... non vi dimenticheremo...".

 

Poi un pezzo tratto da "Canzone per un'amica" di Francesco Guccini: "Non lo sapevi che c'era la morte, quando si è giovani è strano poter pensare che la nostra sorte venga e ci prenda per mano, venga e ci prenda per mano...Vorrei sapere a che cosa è servito vivere, amare, soffrire, spendere tutti i tuoi giorni passati se così presto hai dovuto partire, se presto hai dovuto partire... Voglio però ricordart...i com'eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi e che come allora sorridi...".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -