Bellaria, la piadina protagonista tra anima e tradizione

Bellaria, la piadina protagonista tra anima e tradizione

BELLARIA - E' scattato il conto alla rovescia che ci accompagnerà all'attesissimo appuntamento con la VII edizione di "La pis un po' ma tot - la piadina anima e tradizione", la grande manifestazione di Bellaria Igea Marina interamente dedicata alla piadina ed articolata in degustazioni eno-gastronomiche, artigianato, musica e spettacoli.

 

L'appuntamento è per il prossimo weekend ed è davvero grande l'attesa per una tre giorni, quella in programma il 10-11-12 settembre, pronta a diventare un punto di riferimento nello scenario eno-gastronomico non solo locale.

 

Organizzata dall'Ammininistrazione Comunale, Agorà2000, Verdeblu e Bell'atavola, quest'edizione 2010 si preannuncia ulteriormente arricchita, grazie a inedite patnership con altre specialità del panorama gastronomico italiano, su tutte il ciaccio di Modena e la piè fritta di Fontanelice (Bo), che si potranno trovare negli stand allestiti per l'occasione.

 

Non mancheranno canti, balli, spettacoli e tanto divertimento, in quello che è giustamente considerato un appuntamento tradizionale ed imperdibile del settembre romagnolo. Un successo alimentato negli anni anche da associazioni e comitati cittadini che, con il loro entusiasmo, non hanno mai fatto mancare il proprio contributo. Quest'anno sono in tanti al fianco degli organizzatori per garantire la riuscita dell'evento: il Comitato di via Perugia, Comitato Borgata Vecchia, Circolo Diportisti, Comitato del Porto, Associazione "Viv'Igea", Associazione "...del dire e del fare", Associazione "Isola dei Platani", Comitato Turistico di Igea Marina, Circolo Diportisti, "Amici della piada di Bellaria e Savignano" e Protezione Civile di Bellaria Igea Marina. In più, Associazione Piè Fritta di Fontanelice, Associazione i Ciacci di Montefiorino, Comitato della Sagra della Piscialetta di Surbo e Gruppo Alpini di Maranello, oltre alle tante attività commerciali pronte a supportare la manifestazione con il proprio calore e la propria disponibilità.

 

Il protagonista assoluto sarà comunque lui, Simone Rugiati, chef, conduttore e... personaggio televisivo a 360^ scelto come testimonial di ""La pis un po' ma tot - la piadina anima e tradizione".

"E' per me un piacere partecipare a questa bella iniziativa, soprattutto per il grande affetto che mi lega alla piadina. Per tanto tempo, infatti, la piadina ha rappresentato la mia "colazione" del giorno dopo durante i tanti weekend passati qui in Riviera, dove mi recavo il venerdì per godere della vita e del calore che solo la Romagna sa offrire."

 

Proprio la Romagna, quindi, occupa un posto particolare nel cuore di Simone, che la definisce come "la patria dell'accoglienza, del benessere e di una capacità, inimitabile di farti sentire a casa. Devo ammettere, da toscano, che poter tornare sulla Riviera ed in particolare a Bellaria Igea Marina, è un vero piacere."

 

Tornando alla piadina, il testimonial della manifestazione parla della nostra specialità come di "una pietanza straordinaria, universale, che ha sempre attirato la mia curiosità: come consumatore, "provando" cioè luoghi sempre diversi alla ricerca della versione e della preparazione migliore, poi come cuoco, sperimentandola ad esempio come contenitore di altri piatti, ideale per esaltare sapori di ogni tipo."

 

Insomma, piadina come semplice ed ottimo "solista", ma anche validissimo accompagnamento di altre pietanze. E' questa l'idea che Rugiati cercherà di trasmettere sabato sera, quando salirà sul palco del Pjazza Club e sarà protagonista di un vero e proprio "showcooking", cucinando personalmente l'intero menu che, poi, verrà servito ai tavoli dei partecipanti.

Un'occasione imperdibile, cui farà seguito la sera successiva l'appuntamento con  Pier Giorgio Parini del Ristorante Locanda del Povero Diavolo, indicato di recente dalla "Guida L'Espresso" come "Giovane chef dell'anno": due serate eccezionali organizzate da Bell'Atavola ed emblematicamente denominate "Il palcoscenico del gusto", per le quali sono già aperte le prenotazioni (0541.341193 / 348.5326482 - prezzi da 35 a 45 euro).

Con la preziosa collaborazione de "La Casalinga - piadina e pasta fresca", Simone proporrà "la piadina nella sua veste più classica, ma anche in versioni meno usuali come l'accompagnamento a piatti marinati, speziati o dolci. Tuttavia non temete", sottolinea sorridente e sicuramente consapevole dell'amore di questa terra per la sua tradizione, "... vi prometto che non ci saranno provocazioni!"

 

 

Entrambe le cene al Pjazza Club saranno arricchite dalla degustazione di vini condotta dai direttori di cantina presenti sul palco, i quali accompagneranno lo "showcooking" descrivendo nel dettaglio il prezioso contenuto delle bottiglie proposte.

 

Ecco svelato il menu della serata di sabato 11 settembre in compagnia di Simone Rugiati:

 

1) PIADINA AL FARRO:

mortadella di bologna, mozzarella, pesto di pistacchi, provolone e tabasco verde

 

2) PIADINA KAMUT:

melanzane grigliate, fior di latte, lattuga romana e tonno affumicato

 

3) PIADINA CLASSICA:

zucchine grigliate, pure di patate prezzemollate al limone, carpaccio di salmone marinato (marinatura zenzero, pepe rosa e menta)

 

4) INTEGRALE:

datterino arrosto, pancetta croccante, patate bollite e rucola

 

5) DOLCE:

ripieno al cheese cake light variegato ai fichi e cioccolato bianco e granellla di arachidi pralinate

 

 

La presenza di Simone Rugiati a bellaria Igea Marina non si esaurirà sabato sera. E' infatti previsto per la tarda mattinata di domenica 12 settembre, alle ore 11,30 circa in piazza Matteotti, un aperitivo-buffet aperto al pubblico in compagnia di Simone, il quale, dopo l'impegno dietro i fornelli sarà lieto di incontrare ammiratori ed ammiratrici.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -