Bellaria, la 'Mora' protagonista a Sant'Apollonia e a San Valentino

Bellaria, la 'Mora' protagonista a Sant'Apollonia e a San Valentino

Più di 4000 persone sono state vinte dal fascino della mora romagnola, il suino nero di razza che ha fatto molto parlare di sé a Bellaria Igea Marina dal 05 al 13 febbraio. Complice la festa patronale, il giorno di Sant'Apollonia - mercoledì 9 febbraio - è stato quello che ha segnato il maggior numero di visitatori, bene però anche i 2 week-end.  Per saziare tutti gli amanti della mora romagnola sono stati sacrificati 9 maiali, per un totale di ben 15 quintali di carne.

 

I piatti andati per la maggiore sono stati: la pasta fresca (tortelli e strozzapreti) al ragù di mora, le lasagne al forno e lo spiedone con patate. Hanno avuto successo anche i "piatti di una volta": la polenta con ragù di mora, la zuppa di cotiche e fagioli e il cotechino. Bene è andata anche la vendita di carni fresche, i ciccioli sono andati a ruba e sono state vendute più di 2 quintali di carni tra salsicce, bistecche, costine e salami.  

 

Il presidente dell'Associazione Bell'Atavola - Narciso Piccin - esprime grande soddisfazione per il successo delle giornate gastronomiche dedicate alla Mora romagnola, confermando il buon risultato dello scorso anno. Merito del successo ottenuto dall'Osteria - continua Piccin - va riconosciuto allo staff della cucina, sotto la supervisione dello Chef Marco Rossi, ma anche al gruppo coordinato da Mauro Cola che si è occupato della lavorazione delle carni.    

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -