Bellaria: "Moda Mare 2009" ai nastri di partenza

Bellaria: "Moda Mare 2009" ai nastri di partenza

BELLARIA - Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione di "Moda mare 2009" l'evento organizzato dal Consorzio Riviera delle Mode aderente a CNA Rimini e dal Comune di Bellaria-Igea Marina, con la collaborazione della Provincia di Rimini, per sabato 29 agosto con inizio alle 21.30 nella piazza Matteotti di Bellaria, all'interno dell'Isola dei Platani. L'ingresso è libero.

 

Alla conferenza stampa erano presenti il Sindaco di Bellaria Igea-Marina Enzo Ceccarelli, il presidente di CNA Bellaria-Igea Marina Vincenzo Lombardi, il presidente del Consorzio Riviera delle Mode Matteo Angeli, il coordinatore del Consorzio e organizzatore delle sfilate Marco Ricciotti.

 

Il Sindaco Ceccarelli ha dichiarato di accettare con piacere questa manifestazione "in eredità" - Riviera delle Mode è presente a Bellaria fin dal 2003 - riconoscendone l'alto valore qualitativo: "La città saprà senza dubbio apprezzare questa proposta, anche perché in questi giorni è ancora affollata di turisti". Il sindaco ha definito il progetto come ottimo esempio di collaborazione fra pubblico e privato: il Comune concorre infatti per circa un quarto - 2.500 euro - ai costi di realizzazione dell'evento, oltre al supporto organizzativo.

 

Vincenzo Lombardi ha condiviso questo concetto, ribadendo la volontà di CNA di valorizzare in ogni modo le eccellenze locali, "cercando il sostegno, ma mai l'aiuto assistenziale, da parte delle Pubbliche Amministrazioni".

 

Marco Ricciotti ha sottolineato la peculiarità di questo appuntamento, che è quello conclusivo del Fashion Tour 2009 di Riviera delle Mode; l'altra serata si era svolta il 2 agosto a Rimini: "A Bellaria non sfileranno solo i nostri produttori locali, ma anche i negozi, che proporranno quindi le ultime novità delle maggiori griffe internazionali che essi commercializzano in loco. Inoltre, per quanto riguarda i costumi da bagno, si potranno già vedere i modelli delle collezioni 2010. Ricciotti ha anche ipotizzato una nuova location per l'edizione 2010: "Piazza Matteotti può contenere appena la metà del pubblico che fa richiesta di partecipare e si abbiamo già effettuato sopralluoghi insieme al sindaco nell'area, più decentrata ma più capiente, di via Perugia, dove già si sono tenute iniziative".

 

Matteo Angeli si è soffermato sul ruolo della piccola e media impresa nel settore della moda: "Siamo noi il vero made in Italy, noi piccole aziende che non fanno realizzare i prodotti da altri e all'estero. Noi che di fronte alla crisi finanziaria che si è abbattuta a livello globale ci rimbocchiamo le maniche e continuiamo a puntare sulla qualità del nostro lavoro. Certo, c'è stato e ci sarà qualche licenziamento, ma paradossalmente sono i grandi gruppi che attualmente soffrono di più, perché in passato avevano dislocato parte delle loro attività agli investimenti finanziari invece che a quelli produttivi. Mi sento ottimista, perché credo che chi uscirà da questa crisi avrà poi prospettive molto rosee. Naturalmente i problemi non mancano e in questo momento i maggiori riguardano le riscossioni dei crediti. Ma ribadisco che dobbiamo essere fiduciosi nelle nostre capacità creative e imprenditoriali, nella nostra flessibilità e capacità di adattamento alle situazioni più difficili. Del resto la moda non da oggi incontra qualche problema, ma almeno da sei, sette anni".

 

A proposito della valorizzazione del made in Italy delle piccole e medie imprese, Marco Ricciotti ha annunciato che è pronto e sarà presto presentato il progetto di Riviera delle Mode e CNA per la tracciabilità dei prodotti della moda. Il progetto è stato steso in collaborazione con ITF (Italian Textile Fashion) e permetterà al consumatore di controllare tutte le fasi produttive dell'abito, della calzatura o dell'accessorio, garantendone l'origine locale e l'avvenuto rispetto di tutte le normative del lavoro, sanitarie e commerciali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -