Bellaria: "Pagine sull’onda", ritornano gli incontri letterari al parco Panzini

Bellaria: "Pagine sull’onda", ritornano gli incontri letterari al parco Panzini

BELLARIA - Sabato 28 giugno alle ore 21.30 si apre al Parco Panzini di Bellaria Igea Marina l'undicesima edizione di Pagine sull'onda, la rassegna d'incontri con i protagonisti della cultura italiana organizzata da Stefano Coppini per l'Assessorato alla Cultura del Comune di Bellaria Igea Marina.

 

A tagliare il nastro è Roberta Giommi, psicologa e presidente della Federazione Italiana di Sessuologia, che nella serata inaugurale della rassegna parlerà del suo nuovo libro "Vicini di cuore", un'opera che è stata definita "un manuale di manutenzione dell'amore" , dedicata a spiegare i motivi per cui oggi le coppie entrano in crisi e le semplici strategie per recuperare una buona intesa.

 

Il mondo della mente è protagonista anche del secondo incontro di Pagine sull'onda, quando il 4 luglio salirà sul palco di Casa Panzini lo psicanalista Angelo Battistini che presenterà "Lo sguardo psicanalitico": è un libro molto interessante che mostra le infinite applicazioni della psicologia all'arte e alla vita quotidiana, da un'analisi di Federico Fellini  ai rapporti tra psicologia e criminalità.

 

Sabato 12 luglio torna a Bellaria una grande protagonista della cultura italiana, Dacia Maraini, che con Stefano Coppini discuterà i temi del suo nuovo, splendido romanzo "Il treno dell'ultima notte" (Rizzoli editore), storia di un viaggio nell'Europa degli anni Cinquanta divisa dalla Cortina di Ferro, alla ricerca di un amico perduto ma mai dimenticato.

 

Il giudice Ferdinando Imposimato sarà ospite della rassegna bellariese la sera di venerdì 18 luglio; l'occasione è il libro che Imposimato ha scritto insieme a Sandro Provvisionato sulla prigionia e l'uccisione di Aldo Moro, dal titolo "Doveva morire" (edizioni Chiarelettere). Ferdinando Imposimato è stato giudice del caso Moro e di altri importantissimi processi come quello contro Alì Agca per l'attentato a Giovanni Paolo II.

 

Il mondo della Legge è rappresentato da un altro grande protagonista nell'incontro di sabato 26 luglio, quando il magistrato Giuseppe Ayala parlerà dei suoi anni accanto a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, uccisi nella terribile estate del 1992 che ha segnato uno dei punti più drammatici e potenti nella lotta dello Stato contro la mafia.

 

Quella stessa sera, Giuseppe Ayala consegnerà a una studentessa o a uno studente di Bellaria Igea Marina la Borsa di Studio intitolata a Nevio Morri e giunta alla seconda edizione.

 

Martedì 29 luglio interviene al parco Panzini uno dei personaggi più brillanti e polemici della scena culturale italiana: la scrittrice Barbara Alberti che parlerà del suo libro "Letture da treno", un agile volumetto dedicato all'amore per i classici e al desiderio di interagire con loro senza preoccuparsi degli insegnamenti accademici. Insomma, portare gli scrittori giù dal piedistallo per farli diventare nostri compagni di strada e di vita.

 

Il direttore di Rai International Piero Badaloni (volto notissimo della televisione italiana per aver a lungo condotto il TG1 della sera) interviene a Bellaria la sera di venerdì 8 agosto per parlarci di Berlino che è probabilmente la nuova capitale dell'Europa: a Berlino c'è infatti la popolazione più giovane, più colta, più dinamica d'Europa e poche altre città al mondo possono offrire quello che Berlino dà ai propri abitanti, in termini di servizi, spazi verdi, affitti bassi e. centomila stranezze che fanno di Berlino una città ordinata e pazza allo stesso tempo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La rassegna pagine sull'onda si chiude venerdì 22 agosto con un maestro del giallo italiano, Eraldo Baldini , autore per Einaudi del romanzo "Quell'estate di sangue e di luna", scritto a quattro mani insieme a un giovanissimo scrittore come Alessandro Fabbri, anche lui atteso a Bellaria. E' una storia d'orrore italiano, ambientata nell'estate del 1969 in cui l'uomo scese sulla Luna.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -