Benedetto XVI: ''I sacerdoti siano angeli''

Benedetto XVI: ''I sacerdoti siano angeli''

Benedetto XVI: ''I sacerdoti siano angeli''

ROMA - "Come Gesù è stato annunciatore dell'amore di Dio Padre, anche noi lo dobbiamo essere della carità di Cristo: siamo messaggeri della sua risurrezione, della sua vittoria sul male e sulla morte, portatori del suo amore divino. Certo, rimaniamo per natura uomini e donne, ma riceviamo la missione di 'angeli', messaggeri di Cristo". E' quanto ha affermato il Papa, nell'introdurre la preghiera mariana del Regina Cæli ai fedeli che si sono riuniti a Castel Gandolfo.

 

"Il termine "angelo" oltre a definire gli Angeli, creature spirituali dotate di intelligenza e volontà, servitori e messaggeri di Dio, è anche - ha spiegato Benedetto XVI - uno dei titoli più antichi attribuiti a Gesù stesso". "Cristo - ha aggiunto - è stato anche chiamato "angelo del consiglio", cioè annunziatore, che è un termine che denota un ufficio, non la natura. In effetti, egli doveva annunziare al mondo il grande disegno del Padre per la restaurazione dell'uomo".

 

Ratzinger, dopo la preghiera del Regina Caeli, rivolgendosi ai pellegrini di lingua spagnola, ha invitato a non aver paura. "Cristo e' risuscitato e vive tra noi. La sua presenza amorosa accompagna il cammino della Chiesa e la sostiene nel mezzo delle difficoltà".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -