Bertinoro, al CeUB un corso sul trauma cranico

Bertinoro, al CeUB un corso sul trauma cranico

BERTINORO - E' la volta alla Rocca del corso delineato dal prof. Arturo Chieregato, di Rianimazione per la Traumatologia e le Neuroscienze, UO Anestesia e Rianimazione dell'Ospedale Bufalini di Cesena, e fortemente voluto dal Direttore del Centro Universitario, Andrea Bandini.

 

Rifacendosi allo stile dell'edizione 2008, il corso attinge al pensiero dei "Maestri" per giungere alla presentazione di tesi sul campo, più circoscritto, del "confine mobile fra terapia medica e terapia chirurgica".

 

La prospettiva delle tesi, rispetto alle "dimostrazioni" . Per "tesi" si vuole intendere un'idea, una visione del problema non ancora dimostrata, ancorché suffragata da esperienze. I "lettori" potranno spiegare come le loro "tesi" siano partite da "ipotesi". Diversamente dallo standard scientifico cartesiano e illuministico, ai "lettori" è concessa una dominanza della "tesi" sulla "dimostrazione". Un tuffo nella "maniera" del passato, ai tempi della Scolastica, quando i dotti, in arrivo dalle antiche Università di tutta Europa, si ritrovavano per discutere di questioni teologiche.

 

Diversamente da molti corsi, questo ha la particolarità di voler coltivare una colta ed esperta incertezza, che aiuti ad evitare eccessi, permetta di curare bene, e forse faciliti l'interpretazione ed il trattamento di casi difficili, magari grazie a soluzioni non convenzionali.

 

Nella cura del trauma cranico le terapie neurorianimatorie e neurochirurgiche si intrecciano sempre. Esistono quadri patologici nei quali non è facile trovare il "punto giusto" dell'intervento reciproco. Questo il perché dell'aver voluto dare spazio alle "tesi", ai pareri dei medici esperti di neurotraumatologia, neurorianimazione e neuroanestesia, neurochirurgia, terapia intensiva per le neuroscienze.

 

Due letture magistrali dei "maestri", in apertura, il prof. Mauro Ursino (Bologna) e il dr. Howard Yonas (Albuquerque, Usa). Le tesi saranno presentate da Carmelo Anile (Roma), Francesco Procaccio (Verona), Franco Servadei (Parma), Nicola Latronico (Brescia), Nino Stocchetti (Milano) e Roberto Stefini (Brescia).

 

Il trauma cranico

Un corso peripatetico nella Rocca di Bertinoro

dal 2 al 4 dicembre

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -