Bertinoro, blitz in Comune. Usavano social network dall'ufficio, cinque indagati.

Bertinoro, blitz in Comune. Usavano social network dall'ufficio, cinque indagati.

Il dirigente della Squadra Mobile di Forlì, Claudio Cagnini-4

BERTINORO - Il Colle trema a due settimane dalle amministrative. Venerdì scorso, poco prima della chiusura degli uffici, in tarda mattinata, gli agenti della Squadra Mobile di Forlì, accompagnati da tecnici informatici hanno fatto un blitz in Comune. Cinque gli indagati con l'accusa di peculato e abuso d'ufficio. Pare che dalle scrivanie del lavoro usassero internet per scopi personali. L'inchiesta, nelle mani del sostituto procuratore della Repubblica, Filippo Santangelo, parte da lontano.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da un'inchiesta del Corpo Forestale di qualche anno fa che coinvolse un altro dipendente comunale. La magagna non sfiora né il sindaco né la giunta, che hanno collaborato alle indagini. Cinque gli uffici nei quali lavora la Squadra Mobile per le indagini. Cinque i computer controllati. Nessun dettaglio trapela fino ad ora.

Commenti (7)

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    @ Annibale.... ....i dipendenti non sono liberi o controllati? E che significa scusa? Non sono liberi, o non sono controllati? Sfgt acronimo di ciò che immagino ti pregherei di tenerlo per te, sarebbe troppo facile suggerirti di dirlo a un parente stretto e mi abbasserei al tuo livello, cosa che non faccio. Evitare che i dipendenti possano durante le ore di lavoro distrarsi con immagini porno, e anche qui potrei offenderti tirando in ballo i tuoi parenti ma non lo farò, non significa che non siano liberi, significa che lo strumento da lavoro che viene loro messo a disposizione, ovvero il computer, viene e DEVE essere utilizzato per lavorare. Se non si vuole lavorare ma si preferisce farsi le pippette con youp#rn e surrogati, basta licenziarsi e lasciare il posto a chi ha voglia di lavorare....

  • Avatar anonimo di Annibale II°
    Annibale II°

    per @rmy bravo grullo, poi tu sei quello che accusa chi previene queste cose con la scusa che i dipendenti non sono liberi o controllati. Chiarisciti le idee sfgt

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    Parlando da tecnico dico che è facile INIBIRE la navigazione su siti non conformi all'attività lavorativa. In ogni azienda in cui o per cui ho lavorato erano implementati più o meno filtri relativi alla naivgazione. In TUTTI gli uffici in cui sono passato ho visto gente "CA##EGGIARE" sul web, nel 70-80% dei casi tra l'altro su siti porno che poi venivano linkati ai colleghi tramite mail.... Milioni di utenti di facebook lo usano PRINCIPALMENTE DAL LORO UFFICIO durante gli orari di lavoro. Quindi ancora una volta l'ipocrisia e la strumentalizzazione la fanno da padroni... Ci vuol poco a prevenire questi fenomeni.

  • Avatar anonimo di Frullo
    Frullo

    Quando si dice strumentalizzare!

  • Avatar anonimo di FrancoSe
    FrancoSe

    Vado controcorrente. Non mi sembra grave l'episodio. Gli abusi, sprechi in ambito pubblico siano ben altri. Ma come sempre in Italia a pagare sono i piccoli. Puoi far fallire un comune / una società partecipata e nessuno paga, se invece in una giornata lavorativa passi un po di tempo su internet e nel resto fai il tuo dovere paghi.

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    Così, invece che cinque, sarebbero in venti a gingillarsi su Facebook e a "twittare" in orario d'ufficio, mentre fuori dalla porta c'è la fila per fare la carta di identità.

  • Avatar anonimo di MaRcOs
    MaRcOs

    L'inchiesta non tocca sindaco e giunta, ben per loro dico io, ma rimane il fatto che per le elezioni, esiste una lista che ha come slogan CAMBIARE SI PUO' che e' quella della sinistra per Bertinoro.. Io terrei in considerazione questi fatti se votassi

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -