Bertinoro: cartoline dal Myanmar al Bistot Colonna

Bertinoro: cartoline dal Myanmar al Bistot Colonna

"Le vie dei canti", il libro forse più famoso di Bruce Chatwin, le ha fatto compagnia, qualche anno fa, mentre era in volo per l'Australia. Con in tasca un biglietto di sola andata. Ama viaggiare così, Caterina Errani: con la voglia di sentirsi a casa in tutti i posti che decide di andare a vedere. Non senza una macchina fotografica al collo, ché ‘da grande' questa giovane viaggiatrice forlivese della fotografia vorrebbe fare il suo lavoro. Autodidatta (ma con una laurea in lingue in tasca), intanto collabora a Cesena con lo studio di Marco Onofri e tutto quello che guadagna le serve per viaggiare. L'appuntamento è al Bistrot Colonna di Bertinoro giovedì 11 marzo alle 22 (via Mainardi 10/12).

 

Come ha fatto sul finire dell'anno passato, quando in una quarantina di giorni ha percorso da cima a fondo il Myanmar, l'antica Birmania incuneata tra India e Cina, oggi nota soprattutto per la triste vicenda di Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace più volte incarcerata ed oppressa dal regime militare che governa quel Paese. Caterina è partita da sola, come fa sempre: zainetto in spalla e macchina fotografica al collo, un itinerario già tracciato - ma non rigido, ché lei ascolta volentieri le suggestioni che le vengono dal posto - tanto entusiasmo e cuore aperto all'avventura, umana soprattutto. Quello che ha visto e vissuto è ora raccolto nelle splendide immagini che domani sera proietta e commenta per quanti vorranno liberamente passar di qui. Paesaggi, architetture, uomini, donne: e tanti bambini, il soggetto che forse Caterina ama di più.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -