Bertinoro: i giovani rotariani si confrontano con il tema delle libertà religiose

Bertinoro: i giovani rotariani si confrontano con il tema delle libertà religiose

BERTINORO (FC) - Stimolare nei giovani curiosità e interrogativi, per avvicinarli a temi universali. Una sfida difficile e coinvolgente, affrontata per il secondo anno consecutivo dal Rotary Club Bologna Est. Il Club del Distretto 2070 del Rotary International (che comprende Emilia-Romagna, Toscana e Repubblica di San Marino) è infatti il promotore e organizzatore di "RYPEN", Rotary Youth Program of Enrichment rivolto ai ragazzi tra i 12 e 17 anni, ospitato alla Rocca di Bertinoro nelle giornate di venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 marzo.
 
Questa seconda edizione del RYPEN emiliano-romagnolo, coordinata dal rotariano Claudio Castellari, è dedicata a un tema importante e di scottante attualità: "Libertà religiose: declinazioni specifiche del valore assoluto di Libertà". Per tre giorni i ragazzi potranno approfondire la conoscenza delle religioni e confrontarsi tra loro, puntando l'attenzione su valori universali spesso ignorati e disattesi solo perché percepiti come distanti ed estranei ai loro interessi. Lo scopo del Meeting è proprio quello di indicare ai ragazzi una via che essi stessi "sentano", prima ancora di comprenderla, come già propria, naturale e condivisa. Con l'obiettivo di dare un valore comune e denso di significati a parole come pace, scelta, armonia, tolleranza. 

I relatori che si alterneranno nella giornata di venerdì 11 marzo sono il prof. Davide Tacchini, ricercatore di Lingua e Letteratura Araba presso l'Università Cattolica "Sacro Cuore" di Milano e il prof. Flavio Poli, esperto di sanscrito e pubblicista per le Edizioni San Domenico di Bologna, giornalista del settimanale "Sette e Religioni" e curatore delle principali edizioni critiche dei testi sacri dell'Induismo. A chiudere le relazioni della prima giornata spetta invece a don Sergio Sala, docente di Storia delle Religioni e dell'Ecumenismo presso l'ISSR Sant'Apollinare di Forlì.
Sabato 12 marzo sarà invece la volta del dott. Pierluigi Moressa, con un intervento incentrato in particolare sul valore assoluto di Libertà, seguito da un approfondimento sui valori etici alla base del valore della libertà tenuto dal prof. Italo Mingucci, docente a contratto presso la Facoltà di Economia dell'Università di Bologna, già presidente del Distretto 2070 del Rotary Club International. 
Domenica 13 marzo la parola passa all'ing. Lucio Pardo, presidente emerito della Comunità Ebraica di Bologna, autore di saggi e studi sul testo biblico e sulla storia della Comunità Ebraica di Bologna. 

Uno stimolante cammino di crescita in cui non mancherà una visita al Museo Interreligioso bertinorese, alla scoperta delle tre fedi monoteistiche: Ebraismo, Cristianesimo e Islam, che hanno segnato profondamente ed in modo indelebile la storia, le vicende, e l'identità di quei popoli che si affacciano sul bacino del Mediterraneo. Un vero e proprio scrigno prezioso che offre a tutti la possibilità di compiere un viaggio lungo i secoli, attraverso vicende a volte drammatiche, spesso segnate dal confronto e dall'integrazione pacifica. Il Museo Interreligioso costituisce, sia per gli appartenenti a queste tre religioni che per i laici, uno spazio in cui potersi confrontare sulle diverse tradizioni senza rinunciare ad esse. Un luogo ideale, dunque, per gli approfondimenti dei ragazzi RYPEN

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -