Bertinoro: Moggi a Villa Prati, accuse e retroscena dello scandalo "Calciopoli"

Bertinoro: Moggi a Villa Prati, accuse e retroscena dello scandalo "Calciopoli"

La "invasione di campo" del tifoso durante la serata con Luciano Moggi

In una folta cornice di pubblico venerdì sera Luciano Moggi ha partecipato a Villa Prati nell'incontro organizzato dallo Juventus Club Forlì per parlare dello scandalo 'Calciopoli' e dei suoi retroscena. Un'occasione per Moggi, accompagnato anche dal giornalista Gigi Moncalvo, per ribadire la sua posizione e le sue accuse nei confronti del 'sistema', colpendo soprattutto i vertici della dirigenza juventina. Un curioso siparietto con un contestatore che è salito sul palco indossando una maglietta con l'invito: "Andate a lavorare".  

 

> MOGGI A VILLA PRATI, LE FOTO


Commenti (8)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Guardate che non è cambiato niente: quello che prima era a favore della Juventus ora è stato trasferito all'Inter, Moggi o non Moggi.

  • Avatar anonimo di dottorzivago
    dottorzivago

    A parte che una difesa di stampo "craxiano",cioè "tutti colpevoli = tutti innocenti" non giustificherebbe il marciume, ecco, a parte questo, si perde completamente di vista la realtà. E la realtà è che per anni il calcio è stato gestito non da un verticismo federale, la FIGC, ma dal potere - nemmeno tanto occulto - di alcune società. I due designatori, per esempio, espressione di due poteri ben identificabili. E conseguentemente il controllo del campionato intero, dove i 9/decimi delle squadre erano vittime del sistema. Moggi non so se fosse a capo della cupola, io credo di no, ma è stato il padrone del calcio per anni, tanto è vero che anche l'Inter avrebbe voluto metterlo a libro paga. Non mi stupisce che anche le altre squadre telefonassero ai designatori, mi stupirebbe il contrario, mi schifo tuttavia a sentire certe registrazioni, dove Mazzini, Bergamo, Moggi, De Santis, Paparesta sghignazzano dopo aver manovrato su certe partite. C'è chi difende quel mondo perchè ha rimesso due scudetti, io dico che si farebbe meglio a vergognarsi per mettere una pietra sopra ad uno scandalo che che di anomalo aveva solo che è durato anni e anni.

  • Avatar anonimo di kam
    kam

    che vergogna! che marciume! che ladri! Pensate: Moggi ha fatto fare il passaporto falso a Recoba! regalava Rolex d'oro ai designatori arbitrali! ha perfino fatto pedinare ed intercettare arbitri e giocatori! si incontrava segretamente con l'arbitro Collina nel ristorante di Meani nel giorno di chiusura! Insomma: che vergogna! "Ma lo volete chiudere sto topic?"

  • Avatar anonimo di dottorzivago
    dottorzivago

    che vergogna. che marciume. Non fa bella figura nemmeno lo juventus club ad alzare il tappeto. Si rivede tutta la polvere nascosta... Una curiosità: a Villa Prati, alla fine della serata, c'era ancora tutto? Piatti, posate, argenteria... No, così, per sapere. ;-)

  • Avatar anonimo di kam
    kam

    Veramente senza vergogna!! Ha perfino il coraggio di difendersi! Ha perfino il coraggio di fare ascoltare intercettazioni (accuratamente nascoste dall’accusa) in cui personaggi onestissimi proponevano designazioni arbitrali senza sorteggio! In cui il presidente federale dettava al designatore arbitrale comportamenti a favore o contro determinate squadre. Moggi è veramente senza vergogna! Ma lo è anche chi esprime giudizi trancianti senza essere informato. Ma adesso basta! Chiudete questo topic prima che diventi causa di liti fra opposte fazioni!

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Quale vergogna? E' chiaro che Moggi è stato l'agnello sacrificale. O il motto "la legge è uguale per tutti" è un aqualcosa da applicare qualche volta e qualche volta no?

  • Avatar anonimo di re nudo
    re nudo

    Attenzione , posso essere d'accordo su Moggi personaggio perfettamente in linea con i tempi... e per certi versi paragonabile ai vari Lele Mora o Corona che in ugual maniera imperversano nei Media. Ma le vicende di calciopoli nascondono molti, troppi misteri.E solo una lettura superficiale e da tifoso può catalogarla per quello che la stampa ha voluto far credere. In primis l'atteggiamento di tutta la dirigenza juventina, per passare poi attraverso un uragano mediatico che in solo 20 giorni (!!) ha permesso lo svolgimento di un processo con relative condanne; per arrivare solo dopo anni, e con prescrizione dei reati garantita, al mistero di centinaia e centinaia di conversazioni telefoniche mai ascoltate e mai nemmeno richieste nè in sede processuale ne successivamente dalla Federcalcio. In fondo a Moggi ingaggiare un perito e sbobinare il tutto è costato solo 30.000 € . Forse la F.C. Juventus s.p.a. non disponeva di tale somma ?

  • Avatar anonimo di fausto pardolesi
    fausto pardolesi

    un personaggio senza vergogna. purtroppo spesso vedo che gente del genere viene chiamata a pontiifcare in pubblico. unica consolazione, possiamo migliorare.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -