Bertinoro, progetti ecosostenibili per le scuole del colle

Bertinoro, progetti ecosostenibili per le scuole del colle

Bertinoro, progetti ecosostenibili per le scuole del colle

BERTINORO - Il Comune di Bertinoro nel corso del 2010 ha portato avanti un progetto comune con la Facoltà di Architettura di Cesena per la progettazione ecosostenibile e il miglioramento energetico dei poli scolastici di Bertinoro: realizzazione di un asilo nel lotto adiacente alla scuola materna e razionalizzazione della scuola media con ampliamento per ospitare l'attuale scuola elementare. Obiettivo dell'esperienza è di coniugare diversi livelli di qualità ambientale a consumi energetici contenuti.

 

Le ipotesi progettuali sono nate in stretto contatto con le esigenze dell'Amministrazione nel Laboratorio di Laurea di Sintesi Finale coordinato dal Prof. Andrea Boeri con il tutoraggio dell'arch. Tecla Mambelli, Capo del Settore Urbanistica del Comune di Bertinoro.

 

La progettazione dell'asilo nido nel lotto adiacente alla scuola materna è confluito nel lavoro di tesi di Elisa Bruschi e Chiara Giunchi. Le scelte compositive e di carattere tecnologico-impiantistico si sono integrate con l'analisi del paesaggio per realizzare un edificio coerente con il contesto, energeticamente efficiente, con bassi consumi (raggiungimento classe energetica A grazie anche all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili quali microeolico e collettori solari termici) e che permette ai piccoli fruitori di vivere in un ambiente salubre, luminoso e gioioso.

 

Le scelte progettuali sono state orientate anche alla valorizzazione dei fronti principali; in particolare sul fronte sud-est sono state collocate tutte le sezioni della materna al fine di garantire un maggior apporto di luce naturale all'interno delle aule, incrementato ulteriormente con l'inserimento di lucernai in copertura che permettono una distribuzione uniforme e omogenea in tutto l'ambiente.

 

Il lavoro di tesi si è spinto oltre proponendo alla Pubblica Amministrazione la sostituzione della scuola materna esistente con un nuovo edificio posto nella medesima area di sedime. Questo si affianca al nuovo asilo nido e si conforma ad esso per le scelte tipologiche, costruttive e tecnologiche, come l'utilizzo del legno per la struttura portante, l'adozione di coperture verdi che permettono una miglior integrazione nel paesaggio, la scelta di materiali di finitura esterna a ripresa dei materiali locali. Entrambi gli edifici ricercano l'orientamento ottimale per sfruttare gli apporti benefici del sole dal punto di visto termico e dell'illuminazione naturale e lasciano ampio spazio alla presenza di aree verdi in cui i bambini possano giocare in maniera sicura e protetta.

 

L'intero polo scolastico cerca inoltre di congiungersi con il centro della città mediante la realizzazione di una rete di percorsi pedonali accessibili anche alle persone disabili, permettendo a chiunque di percorrerla in maniera protetta dal traffico carrabile. Questi nuovi percorsi pedonali si snodano tra aree verdi e terrazze panoramiche, a ripresa di quelle già presenti nel centro storico, e permettono un continuo sguardo sulle bellezze naturali di cui Bertinoro è ricca.

 

La riqualificazione energetica e funzionale della scuola media di Bertinoro e la realizzazione, in parziale ampliamento, di una scuola elementare con capacità di 10 aule è oggetto della tesi di Serena Ugolini e Giada Milandri.

 

Sulla base di specifiche analisi socio-demografiche, il progetto propone la riduzione degli spazi destinati alla scuola media e l'utilizzo dei locali eccedenti per ospitare aule per la didattica ad uso della nuova scuola elementare, prevedendo inoltre l'uso congiunto degli spazi per attività parascolastiche tra le due scuole (mensa, biblioteca, auditorium e palestra) e un ampliamento per ospitare le altre attività necessarie al funzionamento della nuova scuola elementare. Il progetto ha assunto la sostenibilità e il minimo impatto sull'ambiente come principi generatori e gli elementi del contesto naturale come risorse: mantiene l'edificio adagiato sul declivio del terreno e valorizza la vista verso la vallata circostante, in modo da aprirlo sul paesaggio.

 

Per limitare una delle criticità funzionali rilevate, il progetto si è proposto di separare i percorsi pedonali da quelli carrabili inserendo zone filtro con la funzione di proteggere l'accesso al polo scolastico e al palazzetto dello sport e, al fine di evitare la promiscuità delle utenze, di differenziare

altimetricamente gli ingressi dei diversi edifici e di prevedere due parcheggi, uno a monte dell'area

(di pertinenza della nuova scuola primaria), e uno a valle (ad uso degli utenti della scuola secondaria di primo grado e della palestra).

 

La riqualificazione energetica dell'edificio esistente, attraverso la riduzione del volume della struttura, il progetto di un involucro ad alte prestazioni, l'installazione di impianti di generazione ad

alti rendimenti e l'integrazione attraverso l'uso di energie rinnovabili, in particolare pannelli fotovoltaici, hanno portato l'edificio stesso in classe energetica A, riducendo i consumi energetici del 95%.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La progettazione di questi edifici si pone come esperienza pilota in linea con la Direttiva europea 31/2010 che prevede l'anno 2018 come termine di "energia quasi zero" per gli edifici pubblici. Le scuole progettate hanno caratteristiche tali da  assumere un ruolo di riferimento per le iniziative dei privati e costituire un'applicazione guida per trainare buone pratiche nel territorio bertinorese.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di franchina
    franchina

    e la scuola elementare esistente? e i soldi che sono stati spesi per metterla a norma? siamo sicuri di quello che vogliamo? l'edificio è antico ma è funzionale, cosa manca? non sempre nuovo vuol dire migliore.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -