Bertinoro, ritorna in Madagascar con la moglie conosciuta in missione

Bertinoro, ritorna in Madagascar con la moglie conosciuta in missione

Bertinoro, ritorna in Madagascar con la moglie conosciuta in missione

BERTINORO - Goffredo Sacchetti ritorna in Madagascar. Ad un anno esatto dal matrimonio con Elisa, cooperatrice piemontese di vent'anni più giovane, conosciuta proprio sulla grande isola africana, il volontario bertinorese riprende la strada della missione insieme alla giovane moglie. L'aereo che riporterà i due sposini in Madagascar, per un anno di volontariato sotto le insegne dell'onlus Rtm di Reggio Emilia, decollerà da Fiumicino domenica 29 maggio.

 

A Tsiroanomandidy, località impronunciabile posta nel cuore dell'Isola Rossa, a 200 chilometri dalla capitale Antananarivo, Goffredo ed Elisa riprenderanno il filo di un importante discorso caritativo interrotto un anno fa, proprio per venire a sposarsi in Italia: dotare alcuni villaggi rurali di un'efficiente rete idrica. "Sfruttando il dislivello - dichiara Sacchetti - abbiamo canalizzato alcuni corsi d'acqua montani, allo scopo di portare l'acqua a valle, in fontane pubbliche, soddisfacendo così il bisogno giornaliero di 20 litri a persona". Quantitativo idrico che in Italia è un'inezia (rispetto allo spreco che ne facciamo), ma nel "Terzo Mondo" vale come l'oro.

 

Una volta sul posto, i coniugi solidali avranno modo di verificare anche il buon andamento di un altro progetto, avviato da Goffredo nel 2003: la ristrutturazione di alcune scuole del distretto di Ikongo, puntando a dotare tutti i villaggi di almeno un'aula didattica. Sempre in quelle scuole, Goffredo ed Elisa insegneranno agli studenti un programma di educazione sanitaria in accordo con la direzione didattica cattolica del Madagascar. "E' una strada maestra per un'efficacie presa di coscienza dell'essere persona". Sacchetti, che è nativo di Bracciano di Bertinoro, è volato per la prima volta sull'Isola Rossa nel 1989, all'età di 31 anni (l'età attuale della sua giovane moglie), desiderando affiancare la popolazione locale in alcuni progetti di formazione agricola. "Quando giunsi in Africa - ricorda il volontario - pensavo di fare un'esperienza di pochi mesi, e invece ho scoperto la vocazione della mia vita". Nella grande isola dell'Oceano Indiano sono operative anche alcune missioni della Casa della Carità, il microcosmo cristiano fondato nel 1941 a Fontanaluccia da don Mario Prandi e oggi diffuso in otto diocesi italiane, fra cui Forlì-Bertinoro, oltre che in India, Brasile, Ruanda e, appunto, Madagascar.

 

La Casa della Carità bertinorese, dove Sacchetti ha appreso quei gesti di servizio ai poveri ed agli emarginati che l'avrebbero poi condotto in Africa, è stata invece fondata nel 1981 dal parroco della Concattedrale don Luigi Pazzi. Con i suoi 20 ospiti fissi, disabili psichici e fisici, la struttura svolge un servizio fondamentale per i bertinoresi impossibilitati ad accudire a domicilio i propri cari. Dal 2001 è ospitata nel poderoso edificio sorto ai piedi della Rocca vescovile, al posto del ristorante Bellavista. Don Luigi è lo stesso sacerdote che, il 25 aprile 2010, ha unito in matrimonio Goffredo ed Elisa a Bertinoro. "Siamo ritornati in Italia da fidanzati, legati da una promessa - ammette Goffredo - adesso ripartiamo come sposi uniti da un sacramento". Il rientro in Madagascar, fra la gente che li ha fatti incontrare, consentirà ai due coniugi di perfezionare un progetto d'amore chiaramente innescato dal servizio agli ultimi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piero Ghetti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -