Bertinoro, scienziati a confronto sui materiali super-resistenti

Bertinoro, scienziati a confronto sui materiali super-resistenti

Bertinoro, scienziati a confronto sui materiali super-resistenti

BERTINORO (FC) - Scienziati e ingegneri si ritrovano al Centro Residenziale Universitario di Bertinoro per discutere su una tecnologia innovativa, applicabile ad una vasta gamma di prodotti in settori diversi. Si tratta del Laser Shock Peening (LSP), processo di indurimento in componenti meccaniche attraverso l'uso di un potente laser, che può impartire un livello di stress residuo di compressione su una superficie quattro volte più profondo di quello ottenibile da trattamenti convenzionali.

 

La tecnologia laser porta con sé un campo di possibili applicazioni molto ampio, dal settore aeronautico e spaziale all'automobilistico, meccanico, biotech, ecc.
 
Una frontiera avanzata della ricerca scientifica che necessita di approfondimento, condivisione e diffusione: con questo triplice scopo è nato l'European Laser Shock Peening Meeting (LSP), organizzato da MaSTeR Lab dell'Università di Bologna e ospitato al Centro Residenziale Universitario dal 16 al 18 febbraio.
 
MaSTeR Lab (Material Structure Technology Research Laboratory) è uno dei più recenti laboratori realizzati presso la II Facoltà di Ingegneria dell'Università di Bologna - Sede di Forlì, come polo di eccellenza per la ricerca nel campo di materiali, strutture e tecnologie innovative. Referenti scientifici dell'iniziativa sono i docenti Goran Ivetic, Enrico Troiani e Ivan Meneghin.
 
Il Meeting alla rocca bertinorese nasce dalla necessità di facilitare la diffusione della conoscenza del LSP a livello europeo, con l'obiettivo di contribuire alla creazione di un network europeo composto da istituti e industrie che lavorano direttamente o indirettamente con la tecnologia LSP, favorendo il trasferimento di conoscenze relative a questa particolare applicazione tecnologica del laser. I partecipanti al corso, infatti, sono invitati a presentazione i propri studi sugli sviluppi correnti dell'LSP, e relative ricerche avviate nelle rispettive istituzioni.
 
Il passo successivo auspicato dagli organizzatori del meeting, come conseguenza della creazione del network, è quello di avviare una mutua collaborazione tra i partecipanti per la presentazione di progetti europei. Per questo nella giornata di venerdì 18 è prevista una presentazione da parte degli esperti di ARIC dell'Università di Bologna, specializzati in progetti europei, per fornire ai partecipanti gli strumenti necessari alla creazione di un buon progetto per l'Unione Europea.
 
Obiettivo del meeting è anche quello di favorire e promuovere la ricerca europea sulla tecnologia LSP, mettendo in campo nuove risorse costituite da giovani ricercatori impegnati in diversi settori e attenti ai tanti possibili sviluppi futuri. Per questo motivo la tre giorni bertinorese è rivolta in particolare ai giovani ricercatori e studenti dottorandi PhD.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -